Risolvere la criminalità grazie agli smartphone

Gli italiani utilizzano sempre di più gli smartphone ma ancora non conoscono e non utilizzano a pieno le caratteristiche dei mobile phone moderni. Questa è l’analisi impietosa di uno studio sul dispositivi realizzato dalla società americana Comscore. Rispetto agli altri paesi, l’Italia è ancora indietro sui cellulari sia come sviluppo sia come utilizzo.

La gran parte dei nostri concittadini, infatti, sceglie di adoperare gli smartphone esclusivamente per i social e per i servizi di messaggistica istantanea: non è un caso, quindi, che proprio nel Bel Paese abbiano estrema diffusione piattaforme come Facebook e Whatsapp.

Meno sviluppato rispetto agli altri paesi occidentali invece è l’utilizzo del cellulare come risorsa per i servizi streaming. Anche se questa tendenza è in forte aumento qui da noi grazie alla diffusione di Netflix e Amazon Prime Video, rispetto a nazioni come Stati Uniti e Gran Bretagna il gap è ancora elevato.

Gap che diventa sempre più elevato anche quando si affronta il tema degli acquisti online. Anche in questo caso, nonostante si evidenzino segnali di crescita, il tasso di italiani che fanno compere con uno smartphone è ancora relativamente molto basso.

Leggi anche:  MediaWorld, le occasioni online: con i Gigasconti device top di gamma Android in saldo

Numero sorprendente invece riguarda i giocatori incalliti. Rispetto all’apparenza dei dati provenienti dai marketplace Google ed Apple, gli italiani sembrano non sembrano essere innamorati delle app di gioco sui cellulari. Soltanto il 6% degli utenti adopera il mobile device per immergersi in battaglie arcade all’ultimo grido.

Noi italiani, insomma, grazie al cellulare siamo sempre più “animali da social” e non riusciamo a capire che oltre il muro di Facebook c’è un mondo che ci aspetta…