Continua l’epopea dei virus in grado di colpire il sistema operativo Android. Anche se in maniera minore rispetto anche al recente passato, gli utenti del robottino verde devono essere sempre accorti perché il sistema operativo di casa Google ha ancora alcune falle aperte, sfruttate dagli hacker a loro vantaggio per infettare numerosi cellulari di persone comuni.

Il caso che vi presentiamo ora, segnalato dall’ESET (società leader in campo di sicurezza informatica), è un comunissimo cavallo di Troia che si inserisce nel dispositivo mobile per infettarlo e per dar vita a comportamenti anomali. Il virus, che è in forte diffusione nelle ultime ore, si presenta attraverso una comunissima pagina di Adobe. Il sito invita ad aggiornare l’ultima versione di Flash Player.

Di solito questa pagina viene visualizzata dagli utenti perché reindirizzati dal browser di ricerca o da uno dei social network che consentono la visualizzazione di siti internet. Una volta, cliccato sul tasto “Aggiorna”, il telefono viene automaticamente infettato.

Leggi anche:  Microsoft Office, nuovo aggiornamento su Android da Settembre

Il virus non è immediatamente visibile e non si manifesta con comportamenti anomali di Android. Pian piano però sullo smartphone continueranno ad essere installate applicazioni o software non desiderati dal proprietario con alcuni di questi software che possono risultare anche pericolosi per la diffusione di dati personali.

Per fortuna, i ricercatori hanno trovato un modo semplice e preciso per capire se Android è stato infettato o meno. Basta andare nel menù impostazioni sulla pagina “Applicazioni”, se in questa comparirà il servizio “Saving Battery” significa che il virus è in corso. A quel punto non ci sarà altra soluzione se non disinstallare Flash Player momentaneamente.

Invitiamo quindi tutti voi a fare attenzione alle pagine internet che promuovono fantomatici aggiornamenti e nel caso, consigliamo a tutti, anche di installare sul dispostivo un buon antivirus in grado di evitare grane del genere.