batteria
Una batteria ultradecennale

I ricercatori della Harvard University, negli Stati Uniti, hanno trovato un modo per rendere il flusso e la durata della batteria più pratici. Il nuovo dispositivo di recente sviluppo è in grado di durare oltre un decennio. Il flusso delle batterie, infatti, immagazzina energia in “serbatoi” pieni di liquidi.

Tuttavia, dopo diversi cicli di ricarica, anche queste batterie subiscono una rapida degradazione della capacità di stoccaggio. O almeno questo è quello che è successo finora. Ad ogni buon conto, sembrano avere qualche marcia in più rispetto alle batterie cui siamo abituati di solito.

Per superare questo ostacolo del deterioramento delle batterie, i ricercatori della Facoltà di Ingegneria e Scienze Applicate di Harvard hanno modificato la struttura delle molecole nella batteria per renderle solubili nell’acqua. Ciò ha consentito agli elettroliti di sciogliersi nell’acqua neutra, creando una batteria che perde solo l’1% della sua capacità di immagazzinamento ogni 1.000 cicli.

Secondo il comunicato ufficiale, la batteria è in grado di funzionare per dieci anni, richiedendo una manutenzione minima. A differenza di altre batterie di flusso, la nuova soluzione in questa batteria non è tossica, né corrosiva. Se accidentalmente questa si rovescia sulla pelle o sul pavimento non causa lesioni o danni materiali.

Leggi anche:  iPhone X: il TENAA svela ufficialmente la capacità della batteria e la memoria RAM

Energie rinnovabili

Qualsiasi innovazione nel deposito di energia è un importante passo in avanti nel trasformare fonti di energia rinnovabile più praticabili. Secondo il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, la costruzione di una batteria con la capacità di immagazzinare energia per meno di 100 dollari per kWh sarebbe pari a riutilizzare fonti di energia come il sole e il vento con metodi tradizionali.

Migliori batterie sono componenti chiave per realizzare il potenziale delle energie rinnovabili. La capacità di storage può aiutare ad alleviare la domanda su una griglia elettrica durante l’uso di picco. Sviluppi come questo possono andare bene per l’ambiente, dal momento che dovrebbero portare ad una diminuzione nell’uso dei combustibili fossili.