Niantic Pokémon GO
Ecco finalmente la seconda generazione di pokémon approdare in Pokémon GO, finalmente i giocatori vengono accontentati, e le novità non finiscono qui!

 

Finalmente è arrivata, con un annuncio sul sito ufficiale e attraverso i canali social, Pokémon Company annuncia l’arrivo su Pokémon GO dell’attesissima seconda generazione di pokémon. La fan base si riduce di giorno in giorno, i giocatori sono ormai stanchi di un gioco che, seppur innovativo e divertente, alla lunga stanca a causa delle sue meccaniche davvero troppo monotone. Partito il quarta stracciando ogni record di download e di incassi, Pokémon GO ora ristagna nella zone basse delle classifiche di Play Store e App Store come se fosse un clone di Temple Run qualsiasi, ma è giunta l’ora di invertire la tendenza, l’annuncio, arrivato in mattinata è stato accolto con gioia dai fan, entro la fine di questa settimana saranno finalmente disponibili tutti i pokémon di seconda generazione tranne quelli già arrivati in precedenza e i nuovi leggendari.

 

 

Oltre all’introduzione dei nuovi pokémon, il fondatore e CEO di Niantic, John Hanke, intervistato ieri, ha assicurato ai giocatori che il prossimo update sarà quello buono, verranno difatti introdotte, a detta sua, le due features più acclamate dagli allenatori di pokémon di tutto il mondo, le battaglie uno contro uno in PvP e la possibilità di scambiare pokémon con altri allenatori. Le due caratteristiche, ha aggiunto Hanke, erano previste già per il lancio del gioco, tuttavia a causa di problemi non meglio precisati del server, Niantic è stata costretta a rinviare sempre a data da destinarsi questa implementazione.

Le due novità verranno introdotte, seppur in tempi diversi a seconda delle regioni, nel prossimo update OTA, la buona notizia è questo ormai mitologico aggiornamento, ha assicurato Hanke, arriverà tra pochissimo tempo. Introducendo il trading, gli allenatori potranno, non solo tappare i buchi nel pokédex completando così la loro collezione, ma potranno anche riuscire a creare squadre migliori, magari per utilizzarle negli scontri PvP. Il modo in cui tutto questo funzionerà è ancora oscuro, così come le regole delle battaglie PvP.

Per quanto riguarda invece la grossa novità del giorno, oltre ai nuovi pokémon, più di 80, saranno disponibili altre novità, ossia l’introduzione di nuove bacche, come la baccabana e la baccananas che rispettivamente rallenteranno i movimenti dei pokémon selavitici, facilitandone la cattura, e raddoppieranno le caramelle ottenute con la cattura stessa, inoltre saranno disponibili nuovi avatar e nuovi vestiti per poter personalizzare ulteriormente il nostro alter ego.

Insomma, nuova carne al fuoco per la killer-app di Niantic, tra le novità appena elencate e i possibili risvolti fururi, Pokémon GO potrebbe persino vivere una seconda giovinezza, un gioco che si è trasformato, nemmeno troppo lentamente, in un tap-to-win, potrebbe iniziare a dare varietà al gameplay con conseguente ripresa della fan base. Speriamo solo che il CEO di Niantic, questa volta, abbia detto la verità, si vocifera da fin troppo tempo di scambi, lotte PvP ed eventi per i pokémon leggendari, sarebbe anche ora di accontentare i fan, stufi ormai di un gioco dove le uniche attività sono sconfiggere pokémon in palestra e catturarne altri trovati per caso. Per ora, in ogni caso, godiamoci la nuova ondata di mostriciattoli e concentriamoci nel riempire il pokédex!