apple
In arrivo un iPhone resistente all’acqua?

Apple chiede a Qualcomm un risarcimento di 1 miliardo di dollari. Motivo? La posizione dominante di quest’ultima, secondo il colosso di Cupertino, in relazione alla fornitura di modem per gli smartphone. Cerchiamo di capirci qualcosa di più insieme, di una questione che sembra destinata a far parlare di se per molto tempo.

Escludendo iPhone 7, tutti gli altri smartphone targati Apple montano modem realizzati da Qualcomm. Questo ha costretto la “mela morsicata” a riconoscere 40 dollari a Qualcomm per ogni iPhone venduto. Una cifra incredibile, considerando la mole di vendite dei “melafonini”.

Ovviamente, questa richiesta così alta da parte dell’azienda produttrice delle CPU Snapdragon è possibile, secondo Apple, grazie alla posizione dominante che Qualcomm ricoprirebbe in relazione ai modem per gli smartphone, per i quali viene ovviamente richiesto un prezzo anche per la licenza dei brevetti.

Insomma, una situazione davvero molto complessa, che ha spinto Apple a richiedere un risarcimento di 1 miliardi di dollari nel mercato americano, e 1 miliardo di yuan nel mercato cinese. Cifre importanti, che potrebbero davvero scatenare una guerra tra le due aziende. Ma non è tutto.

Leggi anche:  iPhone X: si è verificato il tanto temuto burn-in display

Il noto analista Florian Müller ha avuto la possibilità di analizzare tutte le carte della faccenda. I famosi 40 dollari sarebbero, secondo lui, così suddivisi: 20 dollari per i chipset di iPhone e iPad, 20 dollari per lo sfruttamento delle licenze. Facendo dunque un rapido calcolo in relazione ai volumi di vendita di Apple, ne scaturisce che il colosso di Cupertino potrebbe aver contribuito ad un terzo dell’intero fatturato Qualcomm.

Staremo a vedere come si evolverà la situazione.