Google Play Music

Più volte abbiamo ricordato come il settore musicale si stia sempre più basando sullo streaming come fonte di introiti. Con il declino del supporto fisico, le canzoni viaggiano sui nostri smartphone al costo di un piccolo abbonamento mensile. Negli ultimi anni abbiamo assistito al sorgere di entità come Spotify e Deezer, società indipendenti nate dalla visione dei loro creatori. Successivamente sono entrate in campo Apple e Google.

Oggi a Cupertino c’è un unico sistema di streaming musicale, chiamato per l’appunto Apple Music. A Mountain View ci sono, invece, ben due piattaforme: da una parte Google Play Music e dall’altra parte il gigante YouTube (da poco disponibile anche nella sua versione Go). Disporre di due servizi contro uno non è però fonte di vittoria per Google e per questo motivo, volendo sfidare a tutti i costi Apple, la società californiana starebbe pensando ad una clamorosa unione tra YouTube e Play Music.

Secondo il portale statunitense “The Verge”, la fusione sarebbe già a buon punto con l’unione dei team di lavoro che seguono i rispettivi servizi. Le dichiarazioni ufficiali che emergono da Mountain View sono ovviamente ancora ben coperte, ma lasciano ben sperare: “Stiamo pensando ad unire le nostre offerte perché la musica è molto importante per noi e vogliamo offrire ai clienti il miglior prodotto possibile”.

La fusione tra Play Music e YouTube creerebbe un enorme colosso, che in linea teorica dovrebbe divenire da subito il numero uno del settore. Ovviamente, si dovrà però passare per tutte le pratiche burocratiche del caso. Per ora i clienti non noteranno cambiamenti, ma dietro le quinte qualcosa si sta muovendo.