Apple

Un risveglio con il botto. Un risveglio di quelli che non si vorrebbero mai avere. E’ accaduto negli Stati Uniti a due coniugi della Florida. Quando tutto era pronto per aprire gli occhi ed iniziare una nuova giornata, marito e moglie sono sobbalzati dal letto a causa dell’esplosione improvvisa dell’iPhone 6 Plus di lei. Un rumore assordante, stando a quanto riferito dai coniugi, simile allo scoppio di un fuoco pirotecnico.

L’iPhone avrebbe subito una combustione spontanea di cui ancora non sono ben note le cause. Il dispositivo, dopo lo scoppio, ha emesso delle fiamme laterali che hanno completamente incendiato la cover di plastica e che hanno distrutto il display. L’incidente, secondo le ricostruzioni, avrebbe potuto aver esiti ben peggiori per i due coniugi visto che il cellulare era posto vicino a tende. Le fiamme avrebbero per sfortuna solo sfiorato queste ultime, il che ha impedito una combustione dell’intera stanza da letto.

Purtroppo per Apple, questo episodio non è un caso isolato ed anche se i riflettori negli ultimi mesi sono stati occupati dal caso Samsung Galaxy Note 7, anche la casa di Cupertino ha avuto grandi problemi riguardo esplosioni spontanee dei dispositivi. Un provvedimento è stato ad esempio preso per gli iPhone 6s, molti dei quali sono stati ritirati dal mercato a causa di difetti di fabbrica.

Apple, ritornando al discorso dei coniugi statunitensi, ha ritirato il dispositivo per mandarlo in assistenza ai fini di verificare il motivo di questo enorme difetto. L’azienda californiana ha già fornito ai poveri possessori un device di riserva ed ha bloccato l’accredito della rata sulla carta di credito del marito. Marito e moglie, comunque, non ne vogliono saper nulla ed hanno giurato di non voler utilizzare più un iPhone. Come dargli torto…