Huawei Honor 6X
Huawei Honor 6X, la nostra recensione dello smartphone XtraOrdinary

Huawei Honor 6X è l’ultimo smartphone presentato dal sub-brand della compagnia cinese Huawei, in occasione del CES 2017. Il dispositivo si posiziona nella fascia di mercato medio/bassa e presenta, per la sua categoria, interessanti caratteristiche tecniche supportate da un’eccellente ottimizzazione software.

Huawei Honor 6X, Unboxing

Huawei Honor 6X

A livello estetico, la confezione del dispositivo si presta bene alla vista ed è molto pratica e compatta. Un packing molto giovanile e sicuramente apprezzato dalla maggior parte degli utenti. Al suo interno, oltre allo smartphone, sono presenti:

  • Caricatore a muro/USB per la ricarica veloce;
  • Cavetto USB to USB mini 2.0;
  • Cuffie earpods (stile iPhone) dall’ottima qualità costruttiva e capaci di riprodurre un suono nitido e ben definito;
  • Due adesivi del brand “Honor”;
  • Manualistica di base e garanzia.

Materiali e design

Huawei Honor 6X presenta delle dimensioni contenute, vista e considerata la grandezza del suo display (5,5 pollici), pari a 150.9 x 76.2 x 8.2 mm ed un peso di soli 162 grammi. Nonostante le dimensioni dello schermo non siano ancora da considerare tradizionali (sebbene stiamo assistendo ad una rivoluzione in tal senso), l’utilizzo quotidiano è risultato molto agevole e ci ha permesso di svolgere le nostre attività giornaliere senza particolari problemi di sorta.

Per quanto riguarda i materiali costruttivi, essi sono molto eleganti e raffinati e consistono in un semplice vetro antigraffio nella parte anteriore, supportato da un solido alluminio opaco in quella posteriore. Il design ci è sembrato fin da subito troppo simile ad altri device testati nelle scorse settimane (vedi Nubia N1), almeno nella parte del pannello anteriore. Il retro, su cui sono montati anche i due sensori fotografici, invece, risulta piuttosto innovativo e tutto sommato differente dagli altri smartphone presenti sul mercato. Il grip, infine, è risultato perfetto in ogni situazione ed ha garantito stabilità nell’utilizzo.

Hardware

Huawei Honor 6X

Ottime le prestazioni complessive di questo dispositivo, che ci ha stupito molto e si è rivelato in grado di supportare ogni nostra attività. Il device, pertanto, è assolutamente in grado di competere con gli altri competitors di settore ed in alcuni casi, perfino, vincere il duello. Da segnalare, inoltre, un’ottimo supporto dell’hardware, dunque la presenza di un buona ottimizzazione software. Unica segnalazione doverosa, riguarda il blocco immotivato dell’applicativo fotocamera a seguito dello scatto di una o più foto, o al termine della ripresa video, verificatosi in diverse circostanze. Analizzando le specifiche tecniche del terminale è possibile osservare:

  • Processore HiSilicon Kirin 655 octa-core da 1,9 GHz in media (4×2.1 GHz Cortex-A53 & 4×1.7 GHz Cortex-A53), estremamente potente e performante. Una CPU molto performante per un utilizzo lavorativo/quotidiano. Anche in questo settore, in ragion del prezzo, il marchio asiatico ha saputo stupirci.;
  • GPU MALI T830 MP2. Più che sufficiente, anche il comparto video-ludico, che riesce perfino a tener testa a terminali di altre fasce di mercato;
  • Memoria RAM da 3 GB o 4 GB (in accoppiata ad un taglio di memoria da 32 o 64 GB), capace di far girare egregiamente ogni genere di applicativo;
  • Memoria interna da 32 GB o 64 GB, espandibile fino a 256 GB mediante scheda micro-SD. In caso di versione dual-SIM, verrà utilizzato il secondo slot per l’alloggio micro-SD;
  • Batteria non rimovibile da 3340 mAh, che rappresenta uno dei veri punti di forza di questo dispositivo. Eccezionale, infatti, l’autonomia in generale che riesce a garantire al telefono un utilizzo continuativo di circa 15/16 ore in media. Inoltre, è da segnalare una ricarica ultra-veloce completa in circa due ore;
  • L’alloggio previsto per l’operatore di rete è nano-SIM;
  • 4G-LTE molto veloce e con una buona copertura in generale;
  • Bluetooth versione 4.0;
  • USB Type-C 1.0;
  • A-GPS capace di cogliere il segnale in maniera quasi istantanea;
  • Accelerometro e giroscopio;
  • Ottimo sensore di impronte digitali posteriore;
  • Sensori di luminosità e prossimità che rispondono bene in quasi tutte le circostanze.Huawei Honor 6X
Leggi anche:  Huawei Mate 10 Pro: il primo teardown dimostra una costruzione eccellente

Interfaccia

Il sistema operativo installato è Android 6.0.1 Marshmallow che con ogni buona probabilità riceverà l’aggiornamento ad Android 7.0 Nougat entro qualche mese. L’interfaccia grafica è estremamente semplice ed intuitiva grazie alla UI proprietaria “EMUI v4.1” (la stessa di altri device marchiati Huawei, ad esempio P9 Lite). Pochi gli applicativi pre-installati, ma tutti molto utili in via generale. Perfette le personalizzazioni, che garantiscono semplicità di utilizzo ed immediatezza anche agli utenti meno esperti.

Display

Huawei Honor 6X

Huawei Honor 6X non è in grado solo di fornire ottime prestazioni. Il terminale, infatti, è dotato anche di uno splendido display con tecnologia IPS LCD Full HD da 5,5 pollici e con una risoluzione elevata di 403 ppi. Come molti dispositivi di fascia, inoltre, è presente la curvatura 2,5D, anche se in effetti troviamo risulti molto meno marcata rispetto ai restanti competitors. I colori del pannello rispecchiamo, nella stragrande maggioranza dei casi, la realtà e sono in grado di garantire neri abbastanza scuri e bianchi quasi perfetti. Sufficiente la reattività del sensore di luminosità che in alcune circostanze risulta leggermente in ritardo con i tempi di risposta.

Fotocamera e multimedia

 

Il comparto fotografico e multimediale è ampiamente al di sopra della fascia di prezzo in cui si viene a posizionare il dispositivo. La fotocamera posteriore è dotata di ben due sensori rispettivamente da 12 MP e 2 MP, con autofocus phase detection e single flash-led. Ottima la qualità complessiva degli scatti, sicuramente di gran lunga superiore alla restante concorrenza. I video vengono registrati in Full HD a 30 fps, con una qualità discreta ed appena sufficiente. La fotocamera anteriore, invece, è da 8 MP e permette anch’essa la registrazione di filmati in Full HD a 30 fps. Non male i selfie scattati con questo sensore, nuovamente superiori allo standard qualitativo della fascia di prezzo considerata.

Audio, browser e messaggistica

L’audio di Huawei Honor 6X è sufficiente, tuttavia, è da segnalare l’inutilità della doppia cassa stereo, entrambe poste in basso, in quanto una delle due ha solo un fine estetico e non emette alcun suono. Eccellente la qualità dell’audio in cuffia (sia con le cuffie presenti nel packing che con altri tipi di auricolari), così come durante le chiamate senza vivavoce. Browser stock Chrome piuttosto reattivo e capace di caricare i contenuti con una velocità elevata. App di messaggistica ispirata al material design, facile, veloce ed intuitiva.

Conclusioni

Huawei Honor 6X è uno smartphone che in tutta onestà non mi ha stupito sin da subito. Tuttavia, sebbene il primo impatto non sia stato dei migliori, col tempo ho dovuto ricredermi ed apprezzare l’enorme mole di lavoro compiuta dagli sviluppatori dell’azienda cinese. Pertanto, possiamo giungere alla conclusione, che il dispositivo è perfettamente concorrenziale e, soprattutto, in grado di rispondere alle più svariate esigenze. È caldamente consigliato a coloro in cerca di un device economico, performante, con una buona fotocamera e con un’ottima autonomia. Il prezzo è competitivo e pari a circa 240 euro.

Huawei Honor 6X

Huawei Honor 6X
7.3

Materiali e design

8/10

Ergonomia

7/10

Hardware

8/10

Ottimizzazione

7/10

Autonomia

8/10

Pro

  • Display
  • Design
  • Cuffie earpods
  • User Interface
  • Autonomia

Contro

  • Piccoli blocchi app camera
  • Una sola cassa audio
  • Pannello poco oleofobico