HTC
HTC ha chiuso in rosso il 2016.

Il fatto che HTC stia attraversando un periodo economicamente complicato, non è un mistero. L’azienda taiwanese non è riuscita, in questi ultimi anni, a stare al passo con i diretti competitors, perdendo progressivamente quota mercato. Non deve dunque stupire la notizia di oggi relativa all’abbandono di Jason Mackenzie, direttore della divisione smartphone HTC negli Stati Uniti.

L’annuncio è arrivato attraverso il profilo Twitter del dirigente, come potete vedere voi stessi attraverso lo screen sottostante. Si tratta di una perdita enorme per HTC, visto che stiamo parlando dell’uomo che, di fatto, è stato uno dei principali fautori degli anno d’oro dell’azienda taiwanese, anni in cui HTC riusciva persino a mettersi alle spalle Apple negli U.S.A..

Mackenzie lascia dopo 12 anni, ed è evidente dunque che le speranze di HTC di riuscire a risollevarsi siano veramente esigue. Del resto, l’azienda taiwanese ha iniziato anche il 2017 in maniera poco convincente, lanciando U Play ed U Ultra, dispositivi che hanno convinto davvero poco, soprattutto in relazione al rapporto qualità/prezzo.

Leggi anche:  HTC U11+: eccolo nella bellissima colorazione Blossom Gold

In ogni caso, occorrerà verificare chi sarà scelto per guidare la divisione americana dell’azienda. Per adesso non stanno circolando nomi particolari, anche perchè l’addio di Mackenzie è arrivato in maniera improvvisa, senza alcuna anticipazione o indiscrezione in merito.

Tra l’altro, non è escluso che Mackenzie possa accasarsi in qualche altra azienda di telefonia, diventando dunque un diretto competitors. Staremo a vedere, nel frattempo la speranza è che l’azienda taiwanese possa definitivamente rialzarsi e ricominciare ad essere assoluta protagonista del mercato smartphone. Staremo a vedere.