samsung qled tv ces 2017
Prototipi di QLED TV in mostra al CES 2017

Tra le tante novità in ambito telefonico, al CES di quest’anno Samsung ha voluto guardare anche al futuro delle TV. Dopo essersi confermata per l’11esimo anno di fila come il più grande produttore di televisioni, superando la grande concorrenza, la compagnia sud coreana mette in mostra un esempio di schermo QLED.

Una nuova tecnologia, dove la lettera Q riassume il concetto di Quantum Dots: nanocristalli realizzati con materiali semiconduttori. I micro componenti in questione sono fotoattivi, in grado cioè di assorbere e rilasciare la luce. Il risultato è un contrasto migliore di quello a cui siamo abituati ed un colore nero più profondo. La sigla QLED è quindi sinonimo di attenzione ai particolari e colori sempre più accostabili al reale. Dettagli che possono essere apprezzati da qualsiasi angolazione. La definizione teorica tuttavia non rende merito allo spettacolo visivo di questo capolavoro.

Chi però ha una conoscenza del mercato TV si sarà accorto che da anni al top della gamma LG sono presenti grandi schermi realizzati secondo gli standard OLED, dove O indica la natura organica dei semiconduttori. (Samsung aveva avviato la produzione degli stessi salvo poi interromperla poiché giudicata troppo costosa, ndr). Le televisioni con la suddetta tecnologia mostrano colori scuri più profondi e non necessitano di retroilluminazione. Per tale motivo lo spessore dei dispositivi è sempre più ridotto offrendo il solito risultato proposto da Samsung.

La tecnologia OLED conferma di alta qualità esclusiva LG

Sembra dunque che l’azienda coreana sia in cerca di un motivo in più da dare ai clienti per acquistare i propri televisiori di fascia alta, coloro che sono attratti da una sigla presente solo sugli schermi LG. In fin dei conti il risultato tra OLED e QLED appare molto simile all’occhio, e a decidere quale dei due brand convincerà gli utenti, sarà probabilmente il prezzo proposto da entrambi i produttori.