whatsapp
Il messaggio WhatsApp delle danza di Vottary

Il messaggio che potreste ricevere in queste ore su WhatsApp vi mette in allerta. Un nuovo caso di virus nella piattaforma di messaggeria più nota vi invita ad evitare come la peste bubbonica di guardare un video dal nome invitante: La danza di Vottary.

Il video in questione non mostrerebbe alcuna danza coinvolgente o curiosa, ma conterrebbe un pericoloso virus in grado di formattare il vostro smartphone. Tutto, però, va precisato, rimane nell’alveo della notizia vera o presunta tale o dell’ennesima bufala che, ogni tanto, fanno breccia su WhatsApp tanto per suscitare il panico.

Il messaggio cita pressapoco così:

“Per favore avvisa tutti i contatti della tua lista di non aprire il video chiamato ”La danza di vottary”’.
È un virus che formatta il tuo cellulare.
Attento e’ molto pericolosa, lo hanno annunciato oggi alla rai tv
Diffondi a tutti come puoi!”

Ma, con un po’ di lucidità, non è difficile porsi qualche domanda: citare la Rai Tv rende più credibile il messaggio? E quale sarebbe il canale attraverso il quale viene fatto girare il video in questione? O programma televisivo o, ancora, chi ne ha parlato (giornalista o presentatore)? Insomma, a conti fatti, se queste domande rimangono senza risposta, tutto prende le tinte forti di una nuova sacrosanta bufala.

Leggi anche:  WhatsApp: privacy in grave pericolo, così vi spiano chat e dati personali

Ad ogni buon conto, vale il detto “non è vero, ma ci credo”. Se dovessimo quindi ricevere il messaggio, per tranquillità dovremmo evitare caldamente di aprirlo. È suggerito di inoltrarlo a tutta la rubrica dei contatti: spetta a noi decidere se farlo o meno. Al momento, ancora non è stato registrato alcun caso di “formattazione di smartphone da danza di Vottary”. Quindi, bene esserne informati e, magari, per i più curiosi, sapere in cosa consiste la suddetta danza magri cercandone il video su YouTube.

Inoltre, sulla pagina Facebook della Polizia di Stato, pare si dia conferma dell’ennesimo falso allarme. Dunque, rimane in vigore la regola secondo la quale è bene non partecipare alle catene di Sant’Antonio, non aprire i link di dubbia provenienza o quelli linkati in altrettanti messaggi pubblicitari. Il pericolo si annida proprio sotto forma di malware acchiappa dati che è bene ignorare.

In buona sostanza: il 2017 è appena iniziato. Anche per il popolo di WhatsApp.