Instagram

Instagram ha sbaragliato ancora una volta il mondo dei social con l’introduzione nello scorso autunno della funzione “Stories”, una sorta di video diario in pieno stile Snapchat attraverso cui gli utenti hanno la facoltà di raccontare con foto e filmati le loro ultime 24 ore. Milioni e milioni di persone ogni giorno condividono i loro momenti significativi e tutto ciò ha portato ad un grande rilancio dell’app controllata da Facebook.

Nelle ultime settimane i download sui vari store sono aumentanti e di pari passo anche gli introiti. Pare però che questo non basti, infatti anche Instagram sta iniziando a valutare l’ipotesi di introdurre piccole ads pubblicitarie tra una storia e l’altra. La volontà ovviamente è quella di aumentare i ricavi diretti dell’applicazione.

Le pubblicità, secondo le indiscrezioni che abbiamo raccolto, non dovrebbero essere particolarmente invasive e comunque migliori rispetto a quelle che circolano quotidianamente su portali quali YouTube. L’utente potrà scegliere di saltare le ads che si apriranno tra una storia e l’altra per ritornare a cose più interessanti. Le pubblicità avranno anche durata breve: per i video 15 secondi, per le foto soltanto 5 secondi.

Molti appassionati di Instagram già stanno protestando sui vari siti web anche perché questa mossa arriva poche ore dopo la notizia che vuole anche Facebook interessata al mondo delle inserzioni. Ricordiamo come il social network di Mark Zuckerberg sta seriamente prendendo in considerazione l’ipotesi di coprire i video attraverso piccole ads. Insomma, la strada tracciata porta sempre più il mondo social verso quello della pubblicità e la sensazione è che dovremmo abituarci a questa deriva.