MacBook Pro 2016

Davvero sembra non finire l’alone di brutta pubblicità intorno alla figura dei Macbook. Dopo essere stati duramente attaccati dalle associazioni dei consumatori che hanno denunciato uno scarso progresso delle macchine top di casa Apple, nelle ultime ore si stanno moltiplicando le denunce di una anomalia quanto mai strana. E’ stato fatto notare come all’interno di alcuni Macbook Pro siano infatti depositati dei piccoli centesimi in rame. 

Il tutto è partito dalla segnalazione di un utente americano del sito Igmur dal nickname Greatese. Questo ha postato una foto raffigurante la presenza di un centesimo di dollaro presente all’interno del computer Apple nelle vicinanze del lettore DVD. Il modello di Macbook – essendo ancora presente il lettore DVD – era ovviamente datato, ma ciò è bastato per far partire un tran tran di ulteriori denunce anche da clienti con prodotti più recenti. 

Da Cupertino non arrivano notizie in merito a particolari anomalie che sul web diventano sempre ingigantite. La domanda che tutti si fanno riguarda il motivo di questa curiosa presenza in un computer. Non dovrebbero esserci, innanzitutto, errori di fabbrica che a questo punto sarebbero anche abbastanza poco plausibili: le monete, infatti, come ovvio non fanno parte del ciclo di montaggio di un pc!

Leggi anche:  Apple al lavoro su un sensore 3D laser per gli iPhone 2019

La risposta che in molti si danno ha come principale argomento l’intervento umano. La soluzione più plausibile è quella che le monete siano state inserite da alcuni “curiosi” magari in prodotti destinati a scaffale e poi rivenduti. Un ex dipendente dell’Apple Store su uno dei blog che si sta occupando della vicenda afferma come questi episodi siano tutt’altro che rari.

Nessuna colpa quindi da parte di Apple, anche se visto lo stato di salute dei Macbook questa ulteriore cattiva pubblicità non può che far male.