apple carl zeiss
Apple e Carl Zeiss, a cosa porterà la collaborazione segreta?

Apple potrebbe decidere di lanciarsi ufficialmente nel campo della Realtà Aumentata. Già dallo scorso anno era emersa la possibilità che Apple potesse esplorare lo sviluppo di hardware dedicato alla Realtà Virtuale. Questa decisione potrebbe essere supportata dal fatto che lo scorso Novembre 2016, la società di Cupertino aveva ordinato una piccola quantità di display per la realizzazione di dispositivi oculari.

Durante lo svolgimento del CES 2017 il tecnologo Robert Scoble ha sentito da un impiegato Carl Zeiss, che il brand ha firmato un contratto con Apple per la realizzazione di un paio di occhiali per la Realtà Aumentata e la Mixed Realtity i Realtà Mista. Questo tipo di Realtà Aumentata cerca di unire contenuti completamente digitali con la realtà fisica vera e propria in maniera simile a quanto visto con HoloLens o HoloDesk di Microsoft.

Apple investe nella Realtà Aumentata

Inoltre la presenza di questo contratto segreto spiegherebbe anche perché al CES 2017 era presente uno stand di Carl Zeiss nella sezione Augmented Reality e perché la società californiana avrebbe acquisito due start-up AR nel corso degli ultimi anni. 

Secondo le indiscrezioni, gli AppleGlass, potrebbero essere progettati per funzionare in accoppiata ad un iPhone e proiettare in modalità wireless delle immagini e delle informazioni relative al campo visivo dell’utente. Questa opzione permetterebbe di delegare allo smartphone tutto il potere computazionale e rendere gli occhiali AR dei semplici ricevitori con ovvi vantaggi in termini di autonomia e di leggerezza.

Chissà se il progetto di Apple avrà più fortuna dei Google Glass, progetto innovativo ma chiuso purtroppo proprio all’inizio dell’anno scorso.