Facebook video

Una brutta notizia potrebbe colpire tutti noi utenti che giorno dopo giorno guardiamo decine e decine di video su Facebook. Proprio come quanto già successo anni fa nel periodo di massimo sviluppo di YouTube, anche il social starebbe pensando di inserire le pubblicità introduttive ai vari filmati pubblicati sul sito. Una soluzione che favorirebbe enormemente le casse di Zuckerberg ma che danneggerebbe al tempo stesso milioni e milioni di utenti.

La notizia già da tempo circolava sul web, ma ora pare si sia dinanzi ad un passo ufficiale. Secondo quanto riferito dal portale Recode, Facebook avrebbe iniziato i primi test riguardo la sperimentazione di questa nuova funzione. Gli spot – almeno in base alle notizie iniziali – sarebbero disponibili soltanto per video della durata minima di 90 secondi.

Ogni intramezzo pubblicitario avrebbe la durata di venti secondi e non si sa ancora se, come su YouTube, sarà possibile bypassare dopo cinque secondi. Gli accordi commerciali di Facebook con gli inserzionisti andrebbero poi a copiare quelli di YouTube: il 45% dei ricavi al social ed il rimanente a chi compra lo spazio disponibile.

Leggi anche:  Facebook 2017: i temi che hanno creato più interazioni e condivisioni.

Ovviamente sul web già sono iniziate a circolare prime parole contrariate riguardo questa scelta aziendale. Ad essere criticata è la posizione dei vertici della stessa Facebook che, non avendo come risaputo problemi finanziari, potrebbe anche rinunciare a questi introiti extra provenienti dal mondo dell’advertising.

Ancora non sappiamo quando questa funzione diventerà operativa. Da utilizzatori però speriamo in un improvviso cambio di rotta che ci eviti almeno per una volta la già tanta dilagante pubblicità web.