LinkedIn
LinkedIn non sarà più raggiungibile nemmeno via app in Russia

LinkedIn, uno dei più noti social network di tutto il mondo, è stato definitivamente bannato in Russia. L’ex Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche ha richiesto formalmente a Google ed Apple di eliminare definitivamente e perentoriamente gli applicativi della piattaforma in questione, dai rispettivi store ufficiali per smartphone e tablet Android ed iOS.

Dopo la triste vicenda narratavi già nello scorso novembre, la Russia torna all’attacco e si scaglia ancora una volta contro LinkedIn. Da oggi, infatti, l’applicativo di uno dei più noti servizi web per lo sviluppo di contatti professionali non è più disponibile sugli store ufficiali di Google ed Apple, vale a dire il Google Play Store e l’Apple Store.

LinkedIn ed Apple confermano la vicenda, Google si tiene in disparte

Secondo una fonte autorevole al “New York Times“, la notizia sarebbe stata confermata perfino dai vertici societari di LinkedIn ed Apple. Dal canto suo Big G, invece, si è dimostrata molto più distaccata ed ha commentato la situazione, indicando la sua ferma intenzione di conformarsi alle leggi in vigore dei paesi nei quali i suoi servizi vengono offerti. Pertanto, chi in un prossimo futuro visiterà la Russia non potrà più accedere al suo account LinkedIn. L’unica soluzione è quella di utilizzare una rete VPN, con tutti i rischi ed i pericoli del caso.

Ricordiamo che il sito era stato offuscato già dallo scorso autunno, a causa del rifiuto da parte del gruppo, oramai di proprietà di Microsoft, di salvare i dati degli utenti russi sul territorio dello stato sovietico. Da settembre 2015, infatti, una legge in vigore nel paese ha imposto alle aziende tale procedura.

La situazione continua ad essere estremamente delicata e la polemica attorno alla vicenda non accenna a placarsi. Non ci resta che attendere ulteriori commenti a caldo da parte delle parti interessate. Per ulteriori informazioni e novità a riguardo, continua a seguirci su TecnoAndroid.it!