Huawei
Huawei, un successo travolgente

Oggi inauguriamo una nuova rubrica che vi terrà compagnia ogni lunedì. Attraverso “l’economia del mercato smartphone”, vogliamo aiutarvi a capire quelli che sono effettivamente i trend dominanti di questo settore, nella logica di poter comprendere meglio i risultati ottenuti dalle varie aziende di telefonia. Questa volta, parliamo di Huawei.

L’azienda cinese ha comunicato, qualche giorno fa, i risultati raggiunti nel 2016. Dopo aver tagliato il traguardo dei 100 milioni di smartphone venduti nel 2015, Huawei è riuscita a superare se stessa, arrivando a quota 140 milioni. Parlando in percentuale, parliamo di un incremento delle unità vendute del 29%, un numero davvero molto importante.

Quantificando in termini monetari, Huawei ha registrato ricavi, per il 2016, pari a 24 miliardi di euro nella divisione mobile, e dunque un aumento rispetto al 2015 del 42%. Tutto questo, al di là dei gusti personali, certifica l’eccellente lavoro fatto dall’azienda cinese che, ormai da due anni, sta riuscendo ad interpretare alla perfezione la tendenza del mercato smartphone.

Ma quali sono gli smartphone più venduti di Huawei?

Come spesso accade in questi casi, la credenza dominante è che siano i top gamma di ogni azienda i dispositivi più venduti in assoluto. Basta fare un rapito sondaggio per capire come, in relazione al 2016, i dispositivi che vengono inevitabilmente associati a Huawei siano il P9, il P9 Plus ed il Mate 9. In realtà, in termini di vendite, la situazione è molto più complessa.

In apertura, vi abbiamo fornito un dato molto preciso: Huawei ha raggiunto quota 140 milioni di smartphone venduti nel 2016. Bene, basti pensare che il P9 e P9 Plus, insieme, abbiano venduto 25 milioni di unità per comprendere come rappresentino, conti alla mano, una minima parte del volume di vendite dell’azienda cinese per l’anno appena trascorso.

La dual camera del Huawei P9

Non abbiamo ancora a disposizione i numeri di Mate 9, che di fatto è arrivato sul mercato da pochi mesi, ma possiamo anticiparvi senza alcuna remora che sicuramente farà registrare numeri inferiori rispetto al P9.

Ma allora possiamo dedurre che i top gamma Huawei del 2016 abbiano venduto poco? Assolutamente no, anzi. I numeri fatti registrare dai dispositivi di fascia premium dell’azienda cinese nell’anno appena trascorso sono estremamente positivi, e certificano la capacità di cominciare a permeare anche questo particolare segmento di mercato, da sempre appannaggio di Samsung ed Apple.

La realtà è che, buona parte delle vendite del mercato smartphone, sono composte dai terminali di fascia media e fascia bassa che, grazie alla sempre crescente qualità media, risultano essere i prodotti più ricercati. Dunque, gli oltre 100 milioni di smartphone rimanenti di Huawei (sottraendo dai 140 le quote di P9, P9 Plus e Mate 9), sono rappresentati dai vari P9 Lite, Nova, e tutti i vari prodotti entry-level.

Tutto questo dunque ci fornisce due dati importanti: da una parte, Huawei sta crescendo in maniera esponenziale, e si prepara ad attaccare la leadership di Samsung ed Apple nel prossimo biennio; dall’altra parte, i top gamma, al di là di quanto si possa pensare, rappresentano una piccola fetta del mercato smartphone.