bacio kissenger

Dicono che gli smartphone ci stanno facendo alienare sempre di più dalla vita reale e che con l’uso dei cellulare si sta creando una generazione di robot. Chi afferma queste parole non ha poi tutti i torti, soprattutto se si imbatte nell’ultima creazione del mondo hi-tech: una piattaforma in grado di simulare la sensazione del bacio attraverso l’utilizzo di una app e di un device.

Stiamo parlando di Kissenger, un lavoro prodotto da una equipe di ricercatori a Londra che mira a rivoluzionare i rapporti sociali del futuro, in barba ad ogni tipo di etica. Kissenger funziona applicando una piccola “protesi” in silicone sullo smartphone. Su questa protesi – dalla forma simili alla bocca umana – l’utente potrà stampare un grande e grosso bacio (con la lingua o senza) per poi inviarlo in diretta tramite Whatsapp, Facetime o tramite l’apposita app alla persona desiderata. Il bacio dato dal primo utente sarà perfettamente replicato attraverso ogni singolo movimento al secondo utente che, a detta dei creatori, avrà la sensazione perfetta di un bacio reale.

Leggi anche:  Google Pixel 2 XL: ordini annullati, è stato un errore

kissenger

Il dibattito in rete su questa nuova piattaforma è già molto cavalcato e l’opinione pubblica è divisa tra chi vede in Kissenger la nuova frontiera del sesso e chi la reputa una vera e propria soluzione inutile. I ricercatori che hanno dato vita a questa idea si difendono dalle accuse di aver creato uno strumento di alienazione per i rapporti umani, affermando che l’app è stata creata per mettere ancora più in contatto persone che si amano a chilometri di distanza.

Noi, ci asteniamo dal dare giudizi ad una cosa che ancora non abbiamo ancora provato, ma siamo ben coscienti che anche la tecnologia ha un limite e quel limite si chiama rapporto fisico umano. Nel momento in cui anche questo dovesse essere sostituito da una sorta di macchina o robot, dovremmo iniziare a farci qualche domanda…