Samsung Galaxy S8
Samsung Galaxy S8 si avvicina sempre di più, sembrano certi gli 8 GB di RAM e i 256 GB di memoria interna UFS 2.1. Sarà il miglior smartphone che si sia mai visto, ma a che prezzo?

Il 2017 è ormai alle porte e dunque anche Samsung Galaxy S8 si avvicina, la ‘bestia’ di Samsung promette scintille, potrebbe arrivare con 8 GB di memoria RAM e 256 GB di memoria interna UFS 2.1!

 

Secondo le ultime indiscrezioni trapelate in rete quest’oggi, il prossimo flagship di Samsung, che avrà l’arduo compito di cancellare dalla memoria degli utenti l’incubo che ha preso il nome di Samsung Galaxy Note 7, si prepara a scendere in campo con molti assi nella manica.

In quel di Seoul, pare, che si sia deciso di portare Galaxy S8 al limite delle possibilità di uno smartphone e forse anche oltre. Secondo i rumors l’ultimo nato della serie S sarà un vero e proprio mostro di potenza, difatti, oltre alle già note caratteristiche che riguardano il processore, che ricordiamo dovrebbe essere l’Exynos 8895, prodotto dalla stessa Samsung per la versione europea, mentre lo Snapdragon 835 di Qualcomm per le versioni USA e Cina, oggi apprendiamo che i tanto vociferati 8 GB di RAM sono cosa quasi certa e che i 256 GB di memoria che si prospettavano, oltre ad avere serie possibilità di essere presenti, saranno di tipo UFS 2.1, quindi con performance ancora migliori sia in lettura che in scrittura, volte ad azzerare quasi del tutto i tempi di latenza.

Non sappiamo ancora se il dispositivo sarà dotato di supporto alle schede microSD ma ci sembra ormai, almeno dal punto di vista della capienza, un dettaglio abbastanza irrilevante. Tornando al comparto CPU, entrambe le varianti dei SoC potranno fare affidamento ad un processo costruttivo a 10 nanometri e su ben otto core e dalla Corea del Sud assicurano inoltre che la batteria sarà gestita in maniera meticolosa ed avrà il supporto alla ricarica rapida ma questa volta in totale sicurezza.

Dal punto di vista software sembra evidente il fatto che Samsung doterà Galaxy S8 dell’ultima versione disponibile di Android, ovvero 7.1 Nougat, ovviamente tramite il firmware proprietario le cui caratteristiche sono già osservabili nel dettaglio grazie alla beta presente su Galaxy S7. La nuova TouchWiz, unita ai nuovi software implementati da Samsung, come gli algoritmi per la nuova AI, potrebbero portare Galaxy S8 al top anche dal punto di vista del software, storicamente uno dei punti deboli dell’azienda coreana.

Il comparto fotografico inoltre sarà ulteriormente migliorato grazie all’introduzione della doppia fotocamera posteriore che monterà lenti con sensore da ben 20 megapixel oltre ad una fotocamera posteriore con autofocus incluso.

A corredo saranno presenti un lettore di impronte digitali ultrasonico direttamente incorporato sullo schermo, speaker hi-fi, e probabilmente uno scanner dell’iride. Non sappiamo con precisione quando potremo toccarlo con mano, si vociferava fino a qualche settimana fa che Galaxy S8 sarebbe stato presentato al Mobile World Congress di Barcellona, tuttavia rumors più recenti ne vedrebbero la presentazione posticipata di qualche mese, precisamente in Aprile e probabilmente a New York, il prezzo inoltre potrebbe essere gonfiato di un buon 20% rispetto al suo predecessore, ma, vedendo le caratteristiche tecniche e considerando i prezzi di mercato attuali, onestamente non ne siamo sorpresi.