Negli ultimi anni le telecamere per auto si sono diffuse incredibilmente in tutto il mondo, e il loro utilizzo è divenuto fonte di numerosi video virali sul web, provenienti soprattutto dall’Europa dell’est. L’utilità di una videocamera per auto è data dal fatto di poter registrare qualsiasi cosa si veda alla guida e, di conseguenza, avere sempre a portata di mano una prova tangibile e inoppugnabile in caso di sinistri. Su YouTube sono tanti i filmati che mostrano le più assurde manovre al volante, terminanti tutti con incidenti pericolosi ma mai letali. Essendo una possibile fonte di prove in tribunale, è bene che la qualità delle immagini sia elevata.

Una delle compagnie più importanti in questo ambito è la Aukey, che ha prodotto una videocamera per auto con qualità Full HD 1080p, con sistema wifi integrato.

UNBOXING:

Procedendo con l’apertura della confezione dell’Aukey, troviamo la videocamera, cavo d’alimentazione per poter rigenerare le batterie in auto, collegando una delle estremità all’accendisigari. A ciò si aggiunge un secondo cavo per l’alimentazione, utile per il collegamento con la scatola dei fusibili, un manuale d’istruzione riportante la lingua italiana tra le scelte e tre clip con adesivo per poter ‘installare’ la videocamera nell’abitacolo.

Ottimi i materiali e la qualità generale del prodotto è molto elevata. La Aukey non delude neanche in questo caso, offrendo una videocamera composta da plastica di colore nero opaco, decisamente resistente, così da poter sopravvivere a eventuali colpi. Nella parte anteriore troviamo cinque tasti, utili per poter attivare o meno il microfono integrato della videocamera nel corso della registrazione, così come per accendere o spegnere il dispositivo. Poco sotto i tasti citati, troviamo due led, indicanti lo stato della videocamera. Nello specifico il primo led indica se l’oggetto funzioni correttamente. Il secondo invece se lo stesso sta registrando oppure no. Sul lato invece è presente l’entrata per la micro-sd, accompagnata dall’uscita video, utile per poter connetter la videocamera dell’Aukey a un qualsiasi monitor. Infine, sullo stesso lato, c’è il tasto reset, utile per poter riportare l’oggetto al suo stato di fabbrica. Sul retro è stato installato un adesivo per l’installazione in auto della videocamera, facilmente posizionabile al di sopra dello specchietto.

ASPETTO TECNICO:

Per quanto riguarda il comparto tecnico va subito detto che la videocamera in questione riesce perfettamente a raggiungere il livello indicato, ovvero di 1920×1080, risoluzione più comunemente nota come Full HD. In molti però avanzano dubbi sulla possibilità della videocamera di riprendere davvero tutto ciò che accade dinanzi alla propria auto, riproducendo in questo modo le capacità visive dell’occhio umano. Va detto che la videocamera per auto dell’Aukey è in grado di superare di gran lunga le capacità visive del guidatore. Quest’ultimo infatti deve necessariamente guardare una porzione della strada dinanzi a lui, evitando continui spostamenti della testa o degli occhi. Soltanto in caso di pericolo imminente questi distoglierà lo sguardo dalla sezione posta dinanzi a sé. La videocamera invece, dotata di una lente grandangolare di visone di 170°, consente una visuale molto ampia, guardando contemporaneamente a tutta la porzione di mondo posta davanti al lunotto anteriore della vettura. Ovvio che posizionarla al centro del vetro potrebbe facilitarne il lavoro di controllo ma, se l’oggetto posto lì dovesse infastidire il guidatore, è possibile spostarlo lateralmente, anche se sarebbe preferibile non eccedere in questo. Inoltre non è assolutamente necessario trovare il preciso centro del lunotto. Con 170° di visione il prodotto dell’Aukey sa cavarsela da solo. In molti hanno ormai l’abitudine di entrare in auto e, insieme alle azioni automatiche come allacciare la cintura, azionano la videocamera già installata. I pericoli della città sono sempre dietro l’angolo, dunque meglio essere previdenti. In caso però di batteria scarica, che l’utente preferisce preservare, o dimenticanza del guidatore, che lascia la videocamera non in stato di registrazione, il sensore G-Sensor interviene in soccorso, avviando la registrazione in maniera automatica, riuscendo a riconoscere le collisioni. La presenza del sistema wifi inoltre consente na facile gestione dei filmati attraverso i propri dispositivi Android o Apple. Sarà dunque molto facile rivedere quanto ripreso e, nel caso, inviare il materiale a chi di dovere, come il proprio legale.

QUALITA’ VIDEO:

I filmati generati dalla videocamera per auto Aukey sono di alta qualità e soprattutto molto fluidi. Nel caso di incidenti stradali infatti ogni dettaglio può risultare utile e, con la risoluzione di questo prodotto, sarà molto facile anche riconoscere volti. Un problema che è possibile riscontrare però riguarda l’applicazione da installare sul proprio dispositivo mobile. Può infatti capitare che in commercio siano ancora presenti modelli invenduti, contenenti al loro interno un link ormai in disuso, che costringerà l’utente ad andare alla ricerca dell’app in questione su siti secondari. Un problema, qualora si presentasse, comunque risolvibile con un rapido ‘giro’ sul web.

La qualità video elevata è garantita anche con scarsa illuminazione, il che rende facile l’uso della videocamera anche di notte, con il solo ausilio dei nostri fari e dell’illuminazione artificiale in strada. Alcuni utenti hanno rilevato disturbi nell’audio, anche se, in caso di incidenti, ciò che davvero conta sono le immagini e, non dovendo adoperare la videocamera al di fuori del veicolo o per registrare ricordi personali, non sembra questo, qualora si palesasse, un problema insormontabile.

CONNETTIVITA’:

Per quanto riguarda la connettività, qualora si decidesse di collegare la videocamera all’accendisigari, è necessario specificare che, ogni volta che la vettura verrà spenta, le impostazioni selezionate, come ad esempio il tempo massimo di registrazione, andranno perse. Si dovrà dunque impostare nuovamente la videocamera al nuovo utilizzo. L’alternativa è data dal collegamento del’oggetto all’impianto del veicolo. Abbiamo in questo caso un cavo che va necessariamente connesso a +12V, al fine di mantenere la memoria, e un altro da porre in sottochiave, nel caso si voglia fare in modo che la registrazione parta in automatico, ogni volta che il motore viene acceso. Ovvio che tali indicazioni possano rappresentare un grande ostacolo per chiunque capisca poco di connessioni elettroniche. Proprio per questo la soluzione più pratica resta quella dell’accendisigari o, qualora si volesse optare per l’alternativa, sarebbe meglio rivolgersi a un elettrauto di fiducia, così da evitare eventuali danni.

PROBLEMI RISCONTRATI:

L’alta risoluzione è davvero eccellente ma occorre mettere in guardia l’utente. Il Full HD ha ovviamente uno scotto da pagare, che è dato dal consumo di 80mb al minuto, alquanto elevato come standard. E’ possibile però regolare la qualità del video, in caso di lunghi viaggi, evitando un eccessivo consumo. Per brevi spostamenti in città invece, i 1080p sono decisamente sostenibili. L’unico vero problema riscontrato è dato dalla creazione di numerosi file video. Il sistema infatti prevede la chiusura di un file ogni sessanta secondi. Una soluzione che può sembrare incomprensibile, anche se, qualora si dovesse procedere al trasferimento di un video via web, condividendolo con qualcuno, risulta ben più facile ‘spostare’ qualche mb di materiale rispetto eventualmente a 1 giga.

Infine, venendo al prezzo, non è di certo tra i modelli più cari in circolazione. Per quanto offerto all’utente, 70 euro, in vendita anche su Amazon, sono soldi ben spesi.

AUKEY Videocamera per Auto

AUKEY Videocamera per Auto
6

Video

7/10

    Qualità

    6/10

      Materiali

      5/10

        Pro

        • Prezzo

        Contro