Pokemon Go è stato il vero fenomeno dell’estate, il gioco che ha tenuto incollato ai proprio smartphone centinaia di milioni di utenti in giro per il mondo dall’America sino alle zone più profonde dell’Oceania. Ultimamente il titolo di casa Nintendo non se la cava particolarmente bene, complice un calo fisiologico che colpisce tutti i fenomeni di massa. Gli utenti continuano a calare e per metterci una pezza, gli ideatori sono alla ricerca di soluzioni come l’introduzione dei nuovi Pokemon.

I numeri del gioco restano comunque clamorosi e stupefacenti. Niantic Lab nelle ultime ore attraverso un video pubblicato su Youtube ha inviato una lettera a tutti gli allenatori virtuali di Pokemon, indicando i numeri che hanno reso leggendario il titolo sulle piattaforme mobile. I chilometri percorsi da tutti gli appassionati in giro per il mondo sono stati circa 9 miliardi (8,7 per la precisione): una cifra folle che paragonata alle distanze spaziali sarebbe come immaginare il cammino dalla Terra verso Giove in perielio, andata e ritorno per cinque volte. Un aereo per coprire una distanza simile avrebbe impiegato circa mille anni.

I Pokemon catturati dagli allenatori in tutto il mondo sono stati 88 miliardi, una media di circa 500 milioni di esemplari al giorno. I guadagni nei primi novanta giorni hanno sfiorato i 600 milioni di dollari. Numeri da impazzire che segnano un primato quasi irraggiungibile per i giochi del futuro prossimo. Ma non è tutto, perché forse più delle cifre a spiegare il successo di Pokemon Go è lo spazio che questo ha avuto nell’opinione pubblica. 

Sia Facebook che Google collocano la sua uscita come uno dei fenomeni di massa del 2016 ed in particolare degli ultimi anni. La maggior parte di noi ci ha giocato, tutti ne hanno parlato. E questo più di ogni numero segna davvero il passo della rivoluzione di casa Nintendo.