Samsung Galaxy S8
Un concept del Galaxy S8 realizzato a partire dalle ultime indiscrezioni: assenza del jack da 3.5mm e tasti di navigazione a schermo

Il Galaxy S8 si preannuncia un device molto interessante sotto vari punti di vista. Prima di tutto il restyle del design che dovrebbe portare all’abbandono del tasto fisico per il ritorno alla homescreen  con il relativo riposizionamento del sensore di impronte digitali sul retro. Poi troviamo il progressivo abbandono dell’interfaccia proprietaria TouchWiz in favore della Samsung Experience.

Non possiamo dimenticare anche il possibile salto di aggiornamenti su Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, che porterebbe la versione stabile del sistema operativo direttamente alla versione Android Nougat 7.1.1.

Il Samsung Galaxy S8 si preannuncia un device “bestiale”

Infine, grazie al rilascio dell’ultima versione beta del firmware basato su Android Nougat 7.0, siamo venuti a conoscenza di una nuova, sorprendente feature. Samsung infatti sembrerebbe pronta ad introdurre nei propri device la funzione “Beat Mode”. Questa feature permetterebbe agli smartphone che l’attivano di scatenare tutta la potenza hardware consentita dalle componenti interne per aumentare le prestazioni. L’impiego più facile a cui pensare per sfruttare appieno questa funzione è quello gaming, ma potrebbe anche essere utilizzata per le versioni mobile di applicazioni di video-editing con una grande mole di dati da elaborare.

La conferma dell’esistenza di questa Beast Mode arriva implicitamente direttamente da Samsung che nelle ultime ore, ha richiesto la registrazione del marchio con una sintetica spiegazione. Nell’elenco dei beni e dei servizi connessi alla richiesta di registrazione emerge a chiare lettere la dicitura “Software applicativo per smartphone“.

Non sappiamo se la funzione si effettivamente attivabile via software o servirà una hardware dedicato. Se l’opzione scelta da Samsung sarà la seconda, non ci resta che attendere il rilascio del “bestiale” Galaxy S8.