BlackBerry

BlackBerry non significa soltanto eccellenza in termini di smartphone. La casa canadese – in procinto di lasciare il suo primo esemplare con in dotazione il sistema operativo Android – sta investendo ingenti somme di denaro e di energia nello sviluppo di una nuova tecnologia: le automobili a guida autonoma. Investimento questo molto in voga tra le big del settore negli ultimi mesi.

BlackBerry infatti ha intenzione di sfidare i colossi che già sono partiti in questa particolare progettazione come Amazon e soprattutto Google, società che sembra essere in vantaggio su tutti grazie alla collaborazione con Fiat Chrysler Automobiles.

La road map che ha in mente BlackBerry sembra essere molto chiara. L’azienda ha innanzitutto già annunciato l’apertura di un centro di sviluppo e ricerca in Canada, in quella che fu la sede di Qnx, compagnia acquistata nel 2010. Per quanto riguarda, invece, la prima bozza di presentazione dei progetti sembra che il mese più popolare sia quello di Gennaio 2017, durante il Consumer Electronics Show di Las Vegas.

Leggi anche:  Google regala e sconta quasi 50 applicazioni e giochi sul Play Store

Il progetto di BlackBerry avrebbe in dote anche l’approvazione del governo canadese che si è espresso in tempi non sospetti con entusiasmo su questa futuristica visione. In attesa di scoprire elementi più concreti sulle idee della società nordamericana, ci chiediamo davvero come diventerà il mondo delle automobili nei prossimi dieci anni. L’impressione è che davanti ai nostri giorni, sia in procinto di esplodere una grande rivoluzione tecnologia.