Due settimane fa, Meizu ha alzato il sipario sull’M5 Note, nuovo smartphone di fascia bassa dell’azienda cinese, caratterizzato come sempre da un eccellente rapporto qualità/prezzo. Nella giornata di oggi, un team cinese ha eseguito un completo “teardown” del dispositivo, evidenziandone un’eccellente qualità costruttiva.

Come potete vedere voi stessi dalla galleria fotografica sottostante, questo M5 Note mostra una grande attenzione in fase di assemblaggio. La scocca è facilmente apribile, e tutta la componentistica interna è ancorata con viti e ganci per una maggiore stabilità. Da sottolineare anche la soluzione adottata per la scheda madre, che è stata fissata con un supporto di plastica che ne garantisce una maggiore longevità.

Tutto questo si traduce in un grado di riparabilità molto elevato, che consente di accedere facilmente ai vari componenti hardware, potendoli sostituire con relativa facilità. Questo vuol dire che, in caso di problemi non coperti da garanzia, un centro assistenza di terze parti potrebbe riuscire a riparare il Meizu M5 Note senza particolari problematiche.

Leggi anche:  Meizu: trapelano online le foto del prossimo spettacolare device della casa cinese

Si tratta di un plus non da poco per un dispositivo che, nella sua versione “top”, arriva a costare 200 euro (partendo per i 120 euro della versione base e passando per i 135 euro della versione intermedia). Ancora una volta, l’azienda cinese ha dimostrato come sia possibile proporre smartphone con prezzi contenuti, senza rinunciare assolutamente alla qualità costruttiva.

A questo punto, la speranza è quella di poter vedere questo M5 Note nel nostro mercato il prima possibile. Dovrebbe comunque essere commercializzato ufficialmente in Europa durante i primi mesi del prossimo anno.