Galaxy C7

Samsung nel settembre di questo anno ha lanciato il suo personale servizio di cloud, unendosi finalmente al treno di Google, Apple e degli altri principali competitor che già da tempo si erano dotati di tale servizio. Sin ora però Samsung Cloud ha lavorato a mezzo servizio, poiché il suo funzionamento era esclusivamente dedito ai mobile devices come smartphone e tablet.

A mancare era una piattaforma desktop, ma adesso la casa sudcoreana pare stia lavorando affinché anche questa falla possa essere ben presto chiusa. Ad annunciare la possibile svolta è stata la risposta di Samsung ad un membro del Galaxy Beta Program. “Siamo prendendo in profonda considerazione l’ipotesi di estendere il cloud anche ad una versione web per il prossimo anno”, queste le parole ufficiali.

Samsung Cloud in questo momento offre ai suoi clienti uno spazio equivalente a 15 GB di spazio per l’archiviazione dei contenuti, una particolare integrazione con Google Drive e Dropbox ed offre una buona soluzione per effettuare un backup del proprio device in vista di un successivo ripristino. L’estensione di una piattaforma web al servizio di cloud, renderebbe completo e più semplice un servizio che sino ad ora ha lasciato non pochi dubbi e che per qualità non si può paragonare a quello dei principali oppositori.

A parole, pare proprio che non ci siano doppi sensi. Samsung vuole completare quello che ha iniziato. La parola spetterà al 2017!