samsung pay
Un pagamento effettuato tramite Samsung Pay

I sistemi di pagamento mobile stanno piano piano diffondendosi a macchia d’olio. Le varie aziende del settore hanno in questo anni compiuti ingenti investimenti per spingere gli utenti ad utilizzare i propri smartphone per effettuare i pagamenti. Tra queste, Samsung è senza dubbio quella che più a puntato sul proprio sistema, e si prepara ad un ulteriore salto di qualità nel 2017.

Sembra infatti che il progetto dell’azienda coreana sia quello di inserire Samsung Pay in tutta la gamma Galaxy del 2017, così da renderlo compatibile non solo con i dispositivi di fascia premium. Si tratta di una mossa attesa da tempo, che di fatto potrebbe rivelarsi fondamentale per la diffusione capillare di questo sistema di pagamento mobile.

Del resto, numeri alla mano, i dispositivi di fascia media e fascia bassa sono quelli che di fatto compongono gran parte del mercato smartphone, e dunque rappresentata un’enorme limitazione per Samsung Pay quella di essere relegato solo nei top gamma.

Tutto questo ci fornisce tra l’altro un’importante informazione sui dispositivi Galaxy del 2017. Come ricorderete infatti, Samsung Pay funziona necessariamente in accoppiata ad un sensore di impronte digitali, e questo vuol dire che anche i dispositivi di fascia media e bassa targati Samsung potranno contare su questa tipologia di autenticazione.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S9 e Note 9 dovrebbero implementare delle "heat pipe"

Dunque, dopo una seconda parte del 2016 vissuta con grande difficoltà (a causa essenzialmente del caso legato al Galaxy Note 7), l’azienda coreana si prepara a tornare grande protagonista in tutte le fasce del mercato. Staremo a vedere, nel frattempo continueremo a seguire la situazione e vi terremo aggiornati in caso di novità.