Google Year in search 2016
Quali sono stati i trends di ricerca di questo 2016 ormai concluso? Ce lo dice Google con #YearInSearch!

 

Puntualissima come ogni anno, Google pubblica i risultati dei trends annuali delle ricerche sul proprio motore di ricerca. Quali sono state le parole più cercate dell’anno in Italia e nel mondo?

 

 

A dicembre ci sono poche cose sicurissime, il Natale, i regali, il cenone di San Silvestro e i risultati annuali di Google Trends. Puntuale come al solito, arriva a metà dicembre, il solito emozionante video da Big G che ci illustra gli argomenti più cercati sul motore di ricerca più famoso al mondo durante l’ultimo anno, ma quali sono dunque i risultati per quanto riguarda l’Italia?

Come molti di voi già sapranno, i Google Trends si dividono per categorie di cui le più generaliste sono sicuramente ‘Parole’, ‘Personaggi’, ‘Perché’, ‘Eventi’ e ‘Cosa significa’. Non perdiamoci in chiacchiere e andiamo dunque ad analizzare i risultati di questo 2016!

 

Parole

Un po’ ce lo aspettavamo, non si è parlato d’altro per mesi da luglio in poi, a dominare la classifica delle parole più ricercate dell’anno in Italia la fa da padrone il gioco dell’anno, Pokémon GO, che lo abbiate amato od odiato è innegabile che se ne sia parlato moltissimo e, che sia stato per conoscere le vicende di quei giocatori avventati che si sono rotti l’osso del collo giocando o semplicemente per conoscere le date di quei maledetti aggiornamenti, a dominare quest’anno è stata l’app di Niantic. Sul podio si piazzano “Olimpiadi di Rio 2016” ed “Europei 2016″ tradendo la spiccata passione per lo sport del popolo italiano, mentre “elezioni USA” rimane per un pelo al di fuori dal podio. Quinta posizione per la parola “terremoto” utilizzata purtroppo in corrispondenza dei tragici eventi che quest’estate hanno colpito il nostro paese, sesta piazza per “Sanremo 2016“, settima per il compianto “David Bowie” mentre il neo eletto presidente degli Stati Uniti “Donald Trump” si piazza solo ottavo, seguito dall’indimenticato e indimenticabile “Bud Spencer” e dagli eventi inglesi della “Brexit” al nono e al decimo posto.

 

Personaggi

I primi posti di questa classifica sono occupati da David Bowie, Donald Trump e Bud Spencer, nello stesso ordine in cui li avevamo lasciati nella classifica delle parole più cercate. Appena fuori dal podio si piazzano invece Gonzalo Higuain, attaccante della Juventus protagonista di un salto della barricata estivo che ha fatto discutere molto gli amanti del pallone, Ezio Bosso, noto pianista protagonista a Sanremo, Prince, un’altra grave perdita di questo 2016, Gabriel Garko, Virigina Raffaele, Alda Merini, straordinaria poetessa della quale ricorreva l’85esimo anniversario dalla nascita, e Patty Pravo, tutti rigorosamente in ordine dal quarto al decimo posto.

 

Perché

La categoria dei ‘Perché‘ è sempre la chicca che strappa più di qualche sorriso (e spesso anche qualche facepalm) e nemmeno quest’anno siamo esenti da ricerche che lasciano quantomeno interdetti. Il perché più ricercato è “perché si intasa il braciere“, senza parole. Al secondo posto il più comprensibile “perché i gatti hanno paura dei cetrioli” che giunge a seguito un famoso video diventato virale nel quale si vedono una serie di gatti spaventarsi da morire a seguito di un face to face con un cetriolo. Al terzo posto si piazza “perché il colpo di stato in Turchia” e in quarta posizione un bizzarro “perché un neonato piange sempre“. Si trascende nella filosofia etico morale con il quinto piazzato “perché un uomo sposato tradisce” per arrivare ad un accusatorio, non si sa verso chi, “perché fumi” in sesta piazza. Le ultime posizioni di questa speciale classifica lasciano spazio a temi un pochino più leggeri come “perché lei e Stefano si sono lasciati” con riferimento all’argentina Belen Rodriguez (evidentemente il cuore degli italiani si è spezzato alla tragica notizia), e “perché la Russia gioca agli europei” anche se qui si sconfina un po’ nella geopolitica. Chiudono la classifica, in penultima posizione una domanda da un milione di dollari: “perché Trump ha vinto“, non crediamo che qualcuno potrà mai avere una risposta a questa domanda, e last but not least “Perché i terremoti avvengono di notte“. Facepalm per i geologi.

Leggi anche:  Google ha lanciato tre nuove applicazioni per farci divertire con la fotografia

 

Eventi

Dopo aver letto i perché, niente ha più molto senso, ma ad onore di cronaca dobbiamo parlare anche degli eventi più cercati nel 2016. Senza indugiare oltre, proponiamo l’elenco secco.

1. Rio 2016
2. Europei 2016
3. Elezioni USA
4. Terremoto
5. Sanremo 2016
6. Oscar 2016
7. Attentato a Nizza
8. Attentato a Bruxelles
9. Miss Italia
10. Referendum del 17 aprile

 

Cosa significa

Quali sono state le parole più oscure per gli italiani nel 2016? Per quali di queste l’interesse suscitato è riuscito a costringere gli italiani a cercarne il significato su Google? La parola sul cui significato si sono interrogati più italiani quest’anno è stata “idolatrìa” (chissà perché poi), al secondo il detto latino “ad maiora“, sul gradino più basso del podio troviamo invece “Brexit” (pare non fosse sufficientemente chiaro), seguito da “trust” e “scisma” (senza alcun senso apparente). A seguire, nella parte bassa della classifica troviamo “taggare“, “vegano” (entrambe probabilmente parole oscure per gli over 60) e “petaloso“, la nuova parola di quest’anno. Ultimi due posti per “Gomorra” e “podolico“.