google
Notizie false su Google

Secondo un rapporto rilasciato da Business Insider, un cambiamento nell’algoritmo di Google eseguito nel corso dell’ultimo anno, e che tiene conto della probabilità che gli utenti facciano “clic” su un risultato X, ha favorito la possibilità che una falsa notizia appaia in una posizione migliore rispetto a quella reale.

Ma il problema va ben al di là dei risultati, dal momento che l’algoritmo pare aver influenzato anche i suggerimenti di completamento automatico, caratteristica che ora prevede che l’utente sia alla ricerca di notizie false, anche quando non lo sta facendo affatto. Questo non fa altro che confermare l’idea di un unico responsabile della “proliferazione” di notizie false, soprattutto negli ultimi tempi, e in particolare di quelle che avevano a che fare con le elezioni presidenziali degli Stati Uniti dello scorso 8 novembre.

Oltre a Business Insider, anche altri esperti hanno indicato che il problema delle notizie false su Facebook, e su qualsiasi altro social network, non hanno insidiato l’algoritmo di Google, in quanto questo non si basa su indicatori social, come il numero di volte che una storia è stata condivisa o prodotto commenti.

Il cambiamento nell’algoritmo di Google si muove sui link nella parte superiore dei risultati se rileva che un collegamento riceve più clic rispetto ad altri. In precedenza, la classifica era stata basata più sull’autorità della pagina che aveva pubblicato la notizia. Ancora BI ha offerto alcuni esempi nei quali si può constatare come la falsa notizia appaia prima nei risultati di ricerca. Di seguito, due esempi dal motore di ricerca Google nel Regno Unito:

E, ancora:

Google News Bogus

Come si può constatare, appaiono notizie false insieme a quelle vere e in misura uguale. Questo fa sì che molte persone siano inclini a vedere solo i primi 2 o 3 risultati di lettura senza seguire gli altri, credendo che la falsa notizia sia invece reale.

Un altro problema del genere aveva coinvolto Google all’inizio di dicembre, sottolineando lo stesso problema nella sezione News. In tale occasione, molte false notizie erano apparse nei primi posti. Disguido poi, pare, risolto.

Ad ogni modo, non solo per i lettori, quanto anche per chi con Google ci lavora, si spera che la questione delle notizie “fake” venga prontamente risolta.