dinosauro
Le piume della coda appartenevano a un celurosauro giovanile.

Trovate dagli scienziati frammenti di osso di dinosauro conservate nell’ambra. La scoperta aggiunge evidenza all’evoluzione di queste caratteristiche essenziali della specie aviaria. E’, infatti, la prima volta che insieme a del materiale osseo, delle piume siano state custodite insieme ad altro materiale.

Due decenni fa, le prime tracce di piume di dinosauro avevano destato grande eccitazione. Più di recente, piume rintracciate nell’ambra, avevano attirato l’attenzione degli scienziati perchè prova evidente dell’ottimo grado di conservazione della loro struttura originale. Tuttavia, si trattava di una piuma isolata e senza alcuna indicazione di quale fosse il suo dinosauro di appartenenza e difficile da risalire anche per i paleontologi.

La scoperta di otto vertebre della coda di un dinosauro di 99 milioni di anni, con piume allegate, è quindi una svolta per studiare l’evoluzione delle piume tra i dinosauri, parenti lontani degli uccelli moderni. La scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica Current Biology e gli autori sostengono che questo materiale rintracciato nell’ambra è “alle dirette dipendenze del percorso di sviluppo evolutivo delle piume“.

Con una coda di 3,5 centimetri, probabile che queste piume appartenessero ad una specie di giovani dinosauri chiamati “celurosauro”, ovvero un tipo di teropodi che comprendeva tra le sue fila anche il Velociraptor e il Tyrannosaurus, meglio noti per i tanti film di Hollywood in cui li abbiamo visti in azione.

Dettagli

Le piume sono marroni sulla parte superiore con un lato inferiore più chiaro. Sembrano più un piumaggio ornamentale degli uccelli moderni; mentre la mancanza di un asse centrale ben sviluppato suggerisce fosse una caratteristica apparsa più tardi nell’evoluzione delle piume.

Il campione è così ben conservato che è possibile vedere che ci sono due file di piume distribuite uniformemente lungo la coda. Data l’età del dinosauro quando è morto, gli autori non sono sicuri se si tratti di piume di adulto o siano state sostituite successivamente. La scoperta ha un potenziale scientifico aggiuntivo perché possono essere frammenti di tessuti molli.

La scoperta è stata fatta da un minatore anonimo, ma lo studio è stato condotto da Lida Xing, dell’Università di Geoscienze in Cina, dopo aver trovato il pezzo di ambra in un mercato di ambra in Myanmar e ha detto di averlo acquistato per la ricerca scientifica. “Ho capito che conteneva un animale vertebrato, probabilmente un carnivoro, non una pianta, come si pensava“, ha detto Xing. Nel pezzo di ambra sono state anche catturate due formiche di una famiglia estinta chiamata sphecomyrminae.

La domanda a cui ora si intende rispondere è se le piume erano comuni a tutti i dinosauri o fossero relativamente rare. Il dibattito è ancora aperto.