Nextbit
Le batterie al litio, che possiamo trovare all’interno di tutti i nostri smartphone, sono basate su una tecnologia ideata nel 1912.

Il tema delle batterie nel mercato smartphone è da sempre scottante. Non ci sono dubbi sul fatto che, rispetto alle altre componenti, le batterie sono quelle che hanno avuto lo sviluppo minore in questi anni. Ecco dunque arrivare oggi da parte di Huawei il lancio di una nuova generazione di batterie che potrebbe davvero portare dei benefici concreti.

L’azienda cinese non ha fatto altro che potenziare l’attuale tecnologia Li-ion inserendo il grafene. Questo materiale consente alle nuove batterie di resistere maggiormente al calore, continuando a funzionare perfettamente anche fino a 60 gradi (ovvero 10 gradi in più rispetto all’attuale tecnologia). Tutto questo consentirà alle batterie di avere una maggiore longevità nel tempo, riducendo dunque la necessità di doverle sostituire dopo un paio d’anni.

Questa della sostituzione è una pratica che si è enormemente diffusa negli ultimi anni, vista l’adozione dilagante del design unibody per gli smartphone, con le batterie inevitabilmente non rimovibili. Ma i vantaggi nell’utilizzo del grafene non si fermano quindi.

Infatti, a parità di condizioni, queste nuove batterie hanno temperature inferiori di 5 gradi rispetto a quelle attuali, e questo rappresenta un enorme vantaggio sia in termini di autonomia che di performance, visto che l’aumento delle temperatura interne è la principale causa del rallentamento della CPU.

Insomma, ancora una volta Huawei si conferma un’azienda che investe pesantemente in ricerca e sviluppo. Queste nuove batterie verranno inserite a breve negli smartphone, sicuramente a partire da quelli che saranno i primi dispositivi dell’azienda cinese nel 2017. Prepariamoci dunque, per il prossimo anno, ad un netto passo in avanti in termini di autonomia e longevità delle batterie.