sudore
Un’analisi direttamente sullo smartphone

Il sudore è in grado di fornire informazioni importanti sulla nostra salute. È il motivo per cui i ricercatori della Northwestern University di Evanston hanno progettato una decalcomania che aderisce alla pelle e fornisce una lettura accurata del nostro sudore. E, quindi, della nostra salute.

In particolare, il nuovo dispositivo, come descritto dallo studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, è un cerotto di dimensioni molto piccole e di spessore molto sottile, con la capacità di analizzare in tempo reale quattro biomarcatori essenziali contenuti nel sudore. Un dispositivo che, se utilizzato per una durata di poche ore, riesce a fornirci un quadro completo delle nostro benessere fisico.

Pratico da usare – basta indossarlo sul braccio o sulla schiena – pur non avendo bisogno delle batterie, è possibile inviare i risultati del test sul nostro telefono cellulare ed inviare notifiche relative al conteggio dei nostri passi e di quelli che dobbiamo intraprendere affinchè non sia compromessa la nostra salute. Per esempio, ci dice anche se prendiamo elettroliti o se necessitiamo di bere acqua per alleviare uno stato di disidratazione.

Come funziona

Ciò che rende questo dispositivo veramente originale e utile è proprio la sua principale caratteristica, ovvero quella di raccogliere il sudore attraverso i canali microscopici a quattro scomparti circolari con sostanze chimiche che reagiscono e cambiano colore in base ai livelli di pH e la quantità di glucosio, lattato e cloruro contenuti nel sudore.

Come notato da John Rogers, direttore della ricerca, “abbiamo scelto questi quattro biomarcatori perché offrono un profilo distintivo rilevante per determinare la nostra salute. Inoltre, il dispositivo può anche determinare il tasso di sudorazione e può memorizzare campioni, se necessario, ulteriormente profusi nelle analisi di laboratorio“.

I ricercatori hanno valutato il funzionamento di entrambi i cerotto in un test di laboratorio controllato in condizioni reali, se non estreme. E i risultati hanno mostrato che le letture eseguite attraverso il sudore offerte dal dispositivo erano completamente simili a quelle ottenute con l’analisi convenzionale del sudore stesso e del sangue che, normalmente, sono eseguiti in laboratorio.