Smartphone su posto di lavoro

Il mondo del web è sempre più avvelenato da numerose notizie false che spesso e volentieri diventano così virali da sembrar vere. Da oggi, sarà possibile avvalersi di una protezione contro tutte le “fake news” grazie alla nascita di Polygree, un portale web che si pone l’obiettivo di verificare l’attendibilità di una notizia o di una fonte.

L’idea nasce da un gruppo di esperti e studiosi dell’Università di Perugia ed è da poco operativa. Il suo funzionamento si basa sulla creazione di una community di utenti affiancata da un team di esperti in vari settori disciplinari. L’utente iscritto a Polygree potrà sottoporre all’indagine del sito una qualsiasi notizia, per verificarne la veridicità. A questo punto, la fonte sarà sottoposta al giudizio di tutta la comminity che si potrà esprimere commentando, votando e giudicando quanto letto. Alla rete di utenti, si aggiungerà poi il parere degli esperti – composti in larga parte da professori universitari ed accademici – i quali avranno il compito di fare un vero e proprio fact checking sulla base di informazioni e dati reali.

La verifica di una notizia dura all’incirca una settimana. Dopo sette giorni il sito chiuderà la pratica e renderà visibile a tutti l’esito sulla veridicità in base ad un punteggio. Il punteggio va da 1 a 3, 1 quando la notizia sarà falsa e 3 quando sarà risultata vera. Per arrivare alla votazione sarà calcolata una media tra i feedback degli utenti e le opinioni degli esperti, che comunque avranno una più consistente voce in capitolo.

Polygree è attualmente uno dei pochi servizi di genere che consentono verifiche sulle informazioni che circolano sui social network, spesso e volentieri fasulle. Nell’ultimo periodo, infatti, anche in concomitanza di varie tornate elettorali in giro per il mondo è scattato l’allarme sulle “fake news” di internet e sul loro potere di catturare l’opinione pubblica, specialmente tra le classi meno scolarizzate. Trovare una soluzione a questa deriva sembra essere ora più possibile.