TIM
La compagni telefonica sta investendo nella FTTH

TIM sta investendo parecchio nel miglioramento delle infrastrutture per consentire una velocità di connessione sempre più performante ai propri utenti. L’ultimo traguardo raggiunto dalla compagni telefonica è la copertura con la banda ultralarga di tre nuove città Italiane.

Si tratta di Firenze, Trieste e Venezia che a partire da queste ore possono usufruire della  connessione FTTH (Fiber to the home), con il collegamento in fibra ottica raggiunge la singola unità abitativa. Questa connessione permette di raggiungere velocità fino a 1000 Megabits/s in download e 200 Megabits/s in upload. Ricordiamo che tuttavia, queste connessioni non sono ancora disponibili per tutti in quanto si tratta prima di tutto di test che l’azienda di telecomunicazioni sta effettuando. Inoltre la possibilità di usufruire della banda ultralarga è è vincolata all’attivazione dell’offerta Fibra a 300 Megabit.

Tuttavia, rimane che TIM ha raggiunto la più alta velocità di connessione su fibra in Italia. Tutti gli interessati a provare la nuova offerta, potranno richiederla in via del tutto gratuita fino al 31 maggio 2017 limitatamente ad un numero complessivo di 3000 clienti.

I collegamenti con la fibra super veloce di TIM sono già attivi sui vari territori comunali e saranno estesi nei prossimi mesi in altri quartieri cittadini, in modo da rendere i servizi progressivamente disponibili ad un numero crescente di abitanti.

L’investimento in FTTH è in parte gestito anche da Fastweb grazie alla creazione di Flash Fiber, un joint venture controllata all’80% da TIM e per il restante 20% da Fastweb, costituita con l’obiettivo di accelerare  la realizzazione delle infrastrutture a banda ultralarga con tecnologia FTTH.

Il progetto “fibra 1.000 Mega” ha l’obiettivo di mettere a disposizione delle principali città italiane le più avanzate soluzioni di rete per la banda ultralarga in grado di far accedere cittadini e imprese a servizi sempre più performanti, confermando così l’impegno di TIM per l’innovazione tecnologica.