LG Nexus 5X

LG ha appena intrapreso una nuova scelta di marketing per quanto riguarda il Nexus 5X, smartphone progettato da Google e assemblato dalla casa coreana. Infatti quest’ultima ha deciso, a fronte degli ultimi problemi riscontrati dal terminale, di offrire il completo rimborso ai clienti interessati. Questa scelta è stata quasi obbligatoria, per via della mancanza di alcune componenti che ne rendevano impossibile la riparazione e la sostituzione. Inoltre da un estratto mail viene spiegata la motivazione della scelta di LG, che sottolinea che i componenti da sostituire non sono disponibili.

“currently a part to complete the repair is out of stock and is no longer avaible”

A cosa è dovuto questo problema?

LG Nexus 5X, dall’uscita nell’ottobre 2015 è sempre stato considerato un ottimo terminale, inoltre il suo prezzo online è sceso drasticamente. Con l’avvento dei Pixel il dispositivo non è più in vendita presso i rivenditori ufficiali. Probabilmente il numero ristretto dei dispositivi Nexus, rispetto ai marchi concorrenti, porta ad una poca disponibilità di componenti e di conseguenza ad un esaurimento prematuro.
Il problema, però, potrebbe derivare da qualcosa di ben più complesso. Il motivo della scelta di LG, sarebbe collegato al fallimento del colosso logistico sudcoreano Hanjin, che ha appunto dichiarato il fallimento. L’azienda possiede bel 85 navi cargo, ma che per via della disastrosa situazione economica della società, non possono attraccare nei porti dei vari paesi in cui vengono esportati i prodotti provenienti dal Sud Corea. Tra i container coinvolti sembrano essere presenti quelli di LG, che dall’inizio di settembre è in cerca di nuovi fornitori.

La causa del problema non è stata ancora confermata, ma c’è una buona probabilità che anche altri fornitori possano avere lo stesso tipo di problema.