Firenze

Dagli Stati Uniti arriva l’idea di sviluppo per la cosiddetta “modalità auto” degli smartphone al fine di tutelare la sicurezza degli utenti quando si trovano alla guida di un veicolo. Il progetto è molto discusso oltre Oceano ed è stato proposto recentemente dal National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), ente del Dipartimento dei Trasporti che si occupa proprio di sicurezza sulle diramazioni stradali.

Negli Stati Uniti, negli ultimi anni, c’è stato un netto incremento degli incidenti dovuti all’utilizzo degli smartphone mentre si era alla guida e già da tempo circolavano proposte a riguardo per fermare questa deriva. In estate, inoltre, con l’uscita di Pokemon Go sono stati segnalati numerosi casi di scontri tra auto – talvolta anche con persone ferite – dovuti proprio ai tanti utilizzatori della famosa app del gioco Nintendo.

La modalità auto sugli smartphone avrebbe funzioni simili rispetto alla già presente modalità aereo. In poche parole, questa, consentirebbe il blocco di alcune funzioni valutate a rischio per una corretta guida. Ad esempio, secondo i progetti del dipartimento, con la modalità auto le applicazioni di gaming non sarebbero utilizzabili.

Questa è solo una delle soluzioni valutate per arginare il fenomeno degli incidenti. Il NHTSA ha infatti diramato alcuni punti programmatici per favorire un migliore comportamento sui veicolo ed un utilizzo parsimonioso degli smartphone in auto. In cima alla lista, vi è l’invito agli utenti di dotarsi di un sistema di navigazione che consenta un collegamento Bluetooth con il cellulare, in modo da effettuare tutte le comunicazioni – sia chiamate sia sms – in viva voce per evitare qualsiasi tipo di distrazione quando si è al volante.