Google Earth VR
Google Earth VR, la nuova idea di realtà virtuale secondo Big G

Google Earth VR è un nuovo interessantissimo servizio lanciato dal gigante statunitense, capace di rivoluzionare il concetto di realtà virtuale. Grazie ad esso, infatti, sarà possibile godere della vista dei migliori monumenti e paesaggi al mondo, come ad esempio cattedrali italiane, grattacieli new-yorkesi o deserti di tutto il globo.

La nuova frontiera della realtà virtuale, dunque, è stata presentata al mondo intero lo scorso giovedì attraverso la piattaforma “Steam”. Il software in questione ha un non so ché di rivoluzionario, probabilmente, a causa del fatto che è il primo al mondo a permettere di utilizzare un servizio di cartografia 3D in completa modalità realtà virtuale.

Google Earth VR è gratuito, ma necessità di un casco VR costoso

Il servizio introdotto, quindi, sarà completamente gratuito per tutti gli utenti. Tuttavia, vi è un grosso ma: il costo delle apparecchiature per poterne usufruire. Per funzionare, infatti, vi è la necessità di utilizzare un casco HTC Vive, uno dei migliori sul mercato e il cui costo è di circa 900 euro. Ad ogni modo, però, non è da escludere la possibilità che in futuro un sempre maggior numero di dispositivi (sperando meno costosi) possano aggiungersi al catalogo di quelli supportati.

Nel video ufficiale di presentazione YouTube del nuovo servizio è possibile notare il funzionamento della rivoluzionaria funzionalità introdotta. Sarà possibile cambiare il proprio punto di vista, alzarsi in cielo o abbassarsi al livello del terreno, visionare a 360 gradi un determinato luogo, ecc. Insomma, una vera chicca per tutti coloro che amano i viaggi e non solo. Se vi state chiedendo se sarà possibile visitare zone militari o segrete, rimarrete amaramente delusi. Come per la versione tradizionale, infatti, alcune zone saranno off-limits.

Il progetto pare davvero interessante e lodevole. Staremo a vedere come verrà accolto dagli utenti e dal pubblico in generale. Per ulteriori informazioni e novità sulla vicenda, vi invitiamo a rimanere connessi su TecnoAndroid.it!