Facebook Live

Facebook si muove sul campo del sociale e dopo aver da anni aperto la piattaforma Safety Check – per chi si trova in condizioni di emergenze o in grave pericolo per la sicurezza – aggiunge due nuovi servizi per gli utenti. La società di Mark Zuckerberg ha infatti annunciato la creazione di Community help e l’espansione di Fundraisers.

Community help sarà un servizio aggiuntivo che il social metterà a disposizione per chi attiva la sua geolocalizzazione in aree a rischio attraverso Safety Check. In questo modo, sarà aperta automaticamente una chat attraverso il quale potranno dialogare gli utenti in difficoltà e gli eventuali soccorritori. Questa piattaforma servirà inoltre come luogo per organizzare piani di evacuazione o come strumento di comunicazione tra forze dell’ordine e civili.

Fundraisers invece è un servizio che era già stato attivato da Facebook nei mesi scorsi. Attraverso Fundraisers le associazioni no profit possono mettere a disposizione in maniera istantanea e tempestiva fondi per le popolazioni colpite da gravi emergenze come terremoti, maremoti o altre calamità naturali. Zuckemberg ha deciso di estendere il servizio a tutti gli utenti, che da ora potranno donare attraverso un click anche piccole somme di denaro. Sarà questo il primo prototipo di donazione live. 

Ulteriori novità ci saranno anche per l’oramai famoso Safety Check. Il servizio infatti non sarà aperto automaticamente da Facebook, ma potrà essere messo in moto da una singola comunità di utenti, in modo da rendere la comunicazione e la segnalazione più veloce ed istantanea.

“Facebook è una comunità ed una comunità si deve riconoscere anche nei momenti di emergenza o crisi”, ha affermato Zuckerberg. “Questi sono dei grandi passi in avanti, ma siamo sempre alla ricerca di nuovi sistemi che ci aiutino a rendere ancora più sicuro il pianeta”.