Android Stock
Android Stock, ecco la nostra classifica dei migliori smartphone sul mercato

Android Stock è sempre più apprezzato dagli utenti e dalle case costruttrici di smartphone. La versione standard/base del sistema operativo mobile più famoso e diffuso al mondo, infatti, ha raggiunto un livello di stabilità ed funzionalità senza precedenti e non richiede più in alcun modo personalizzazioni da parte delle varie aziende di produzione. Per questa ragione, quindi, abbiamo deciso di stilare una breve ma attenta classifica dei migliori tre smartphone con Android Stock in circolazione.

Android Stock, significato e vantaggi

Un dispositivo è dotato di sistema operativo Android Stock qualora non siano presenti personalizzazioni e modifiche all’interfaccia grafica da parte della società produttrice del dispositivo. In molti casi, infatti, alcune aziende (come ad esempio, Samsung, Huawei, LG, ecc.) mettono mani alla parte grafica e strettamente funzionale dell’OS per rendere più comprensibile e maggiormente semplice l’utilizzo quotidiano dell’utente finale.

I vantaggi di una personalizzazione sono strettamente legati alla maggior facilità di utilizzo ed, in alcuni casi, all’implementazione di nuove funzionalità. I vantaggi, invece, dell’utilizzo dell’Android Stock (ossia così come mamma Google l’ha fatto) sono ben più consistenti e vanno dalla maggior fluidità di navigazione (Interfaccia meno pesante e meno energivora) alla possibilità di ricevere aggiornamenti ufficiali in tempi più brevi.

Huawei Nexus 6P, lo smartphone Android Stock per eccellenza

Android Stock
Android Stock, Huawei Nexus 6P vincitore della speciale classifica

Il vincitore della nostra speciale classifica è senza ombra di dubbio Huawei Nexus 6P, l’ultimo top di gamma della linea Nexus di Google. Il dispositivo, grazie al supporto della stessa Big G, propone il rilascio di patch di aggiornamento mensili per la sicurezza ed il rilascio delle ultime versioni Android in anteprima sul mercato. A livello hardware, inoltre, è possibile osservare delle ottime specifiche tecniche:

  • Display AMOLED da 5.7 pollici Quad-HD (1440 x 2560 pixels) con una densità altissima di pixels pari a 518 ppi, protetto da un Corning Gorilla Glass di quarta generazione;
  • Processore Qualcomm MSM8994 Snapdragon 810 Octa-core  da 1,8 GHz(4×1.55 GHz Cortex-A53 & 4×2.0 GHz Cortex-A57);
  • GPU Adreno 430, in grado di garantire un’ottima qualità durante il gioco dei più recenti titoli;
  • Memoria RAM da 3 GB;
  • Memoria interna da 32, 64 o 128 GB, non espandibile mediante scheda micro-SD;
  • Sensore fotografico posteriore da 12.3 MP con apertura focale f/2.0, laser autofocus e dual-LED flash. Possibilità di registrare video in 4K a 30 fps o in HD 720p a 240 fps;
  • Fotocamera anteriore da 8 MP con apertura focale f/2.4 e possibilità di riprendere filmati in Full HD 1080p a 30 fps;
  • Batteria non removibile da 3450 mAh;
  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, DLNA, hotspot e sensore di impronte digitali.

Il sistema operativo nativo era Android 6 Marshmallow, recentemente aggiornato ad Android 7.1 Nougat. Il prezzo attuale si aggira intorno ai 379 euro per la versione da 32 GB410 euro per quella da 64 GB e 500 euro per quella da 128 GB.

Lenovo Moto Z Play, lo smartphone modulare top di gammaLenovo Moto Z Play

Recentemente testato dal nostro staff di TecnoAndroid.it, il dispositivo rivoluziona il mercato introducendo il concetto di smartphone modulare, grazie alle sue splendide Moto Mods. Le specifiche tecniche, inoltre, non passano affatto inosservate:

  • Display Super AMOLED Full HD (1920 x 1080 pixels) dalle dimensioni elevate pari a 5,5 pollici e con una definizione di 403 ppi ed un rapporto pannello/display pari al 69,1%. A protezione del pannello anteriore troviamo un Corning Gorilla Glass di ultima generazione (quarta);
  • Processore octa-core Qualcomm® Snapdragon™ 625 fino a 2,0 GHz, già testato su altri device del settore, anche in questo caso si è dimostrato estremamente potente e performante. La CPU si comporta perfettamente in ogni tipo di situazione e non dimostra alcun tipo di impuntamento o rallentamento nell’esecuzione delle varie azioni. Inoltre, essa riscalda in maniera quasi impercettibile. Ottima scelta, dunque, quella di montare questo chip sul dispositivo;
  • GPU Adreno 506, in grado di gestire egregiamente la maggior parte del comparto video-ludico. Eccellente, dunque, la praticità d’uso per i videogiocatori;
  • Memoria RAM da 3 GB, sempre idonea a gestire i numerosissimi processi a cui abbiamo sottoposto il terminale, anche grazie al buon sviluppo sul lato software del sistema operativo. Tuttavia, è obbligatorio segnalare qualche piccolo ed insignificante bug riscontrato, come un blocco inconsueto al termine di una chiamata o durante l’utilizzo dell’applicativo Facebook;
  • Memoria interna da 32 GB (circa 23,85 GB a disposizione dell’utente finale), espandibile tramite micro-sd fino a 256 GB;
  • Batteria non removibile da 3510 mAh, in grado di coprire alla grande l’intero arco della giornata con un utilizzo estremo e perfino una due giornate piene con un utilizzo quotidiano;
  • L’alloggio previsto per l’operatore di rete è nano-SIM;
  • 4G-LTE velocissimo e con un’eccellente copertura in generale (ennesimo smartphone Lenovo ad avere una copertura da brividi: i migliori sul mercato sotto questo punto di vista);
  • Bluetooth versione 4.0;
  • USB Type-C 1.0;
  • A-GPS capace di cogliere il segnale in pochi secondi;
  • Accelerometro e giroscopio;
  • Ottimo sensore di impronte digitali, capace di riconoscere le impronte salvate 95 volte su 100 in maniera immediata ed istantanea;
  • Sensori di luminosità e prossimità perfetti.

Il sistema operativo installato è Android 6.0.1 Marshmallow, che sarà a brevissimo aggiornato ad Android 7.0 Nougat. Il prezzo del dispositivo è nella norma e pari a circa 450 euro (Moto Mods escluse purtroppo).

Lenovo Moto G4 Plus con Android Nougat Stock a breve

Quando bisogna fare un esempio dei benefici che Android Stock può apportare ad un dispositivo, non si può non citare il caso di Lenovo Moto G4 Plus. Il terminale, infatti, grazie alla presenza di un Android privo di personalizzazioni proprietarie, potrà godere dell’ultima versione dell’OS in termini ultra-celeri rispetto alla concorrenza. Ottime naturalmente anche le specifiche tecniche ed il prezzo di vendita:

  • Display IPS LCD Full HD (1920 x 1080 pixels) dalle dimensioni elevate pari a 5 pollici e con una definizione di 401 ppi. Qualità del display normale ed in linea con altri device di fascia. Ottimo l’angolo di visuale e perfetta la reattività del sensore di luminosità che risponde prontamente in ogni situazione. A protezione del display troviamo un Corning Gorilla Glass di terza generazione;
  • Processore octa-core Qualcomm® Snapdragon™ 617 fino a 1,5 GHz estremamente potente e performante. La CPU si comporta perfettamente in ogni tipo di situazione e non dimostra alcun tipo di impuntamento o rallentamento nell’esecuzione delle varie azioni. Inoltre, essa riscalda pochissimo e solamente in condizioni di temperatura esterna elevata;
  • GPU Adreno 405 da 550 MHz, in grado di gestire molto bene la maggior parte dei video-giochi. Sufficiente, dunque, il comparto video-ludico;
  • Memoria RAM da 2 GB, sempre idonea a gestire i numerosi processi quotidiani, grazie all’ottimo sviluppo sul lato software e del sistema operativo;
  • Memoria interna da 16 GB (circa 11 GB a disposizione dell’utente finale), espandibile tramite micro-sd fino a 128 GB. Il dispositivo è inoltre proposto anche nelle variabili con tagli di memoria da 32 e 64 GB;
  • Batteria da 3000 mAh, in grado di coprire l’intero arco della giornata con un utilizzo estremo e perfino una giornata e mezzo con un utilizzo quotidiano;
  • Gli alloggi previsti per l’operatore di rete è nano-SIM (dual-SIM);
  • 4G-LTE velocissimo e con un’eccellente copertura in generale (mai testato uno smartphone con una migliore ricezione). Il vero punto di forza di questo dispositivo;
  • Bluetooth versione 4.1 LE;
  • Micro-usb 2.0;
  • A-GPS capace di cogliere il segnale in pochi secondi;
  • Accelerometro e giroscopio;
  • Buon sensore di impronte digitali, capace di riconoscere le impronte salvate 90 volte su 100;
  • Sensori di luminosità e prossimità perfetti.

Il sistema operativo installato è Android 6.0.1 Marshmallow, che dovrebbe essere aggiornato in via primaria ad Android 7.0 Nougat. Il prezzo è accattivante, se rapportato alla concorrenza (fascia media) ed è attualmente di circa 240€. I colori disponibili sono solamente due: il nero ed il bianco.

Questi sono i nostri device Android Stock preferiti. Quali sono i vostri? Fatecelo sapere nei commenti.