iMessage
iMessage marchiato Samsung potrebbe essere disponibile a breve

iMessage, uno degli applicativi più amati dagli utenti iOS ed Apple, potrebbe fare la sua comparsa anche sui dispositivi Samsung. Per essere più precisi il colosso sud-coreano ha appena annunciato l’acquisto della società canadese “NewNet Communication Technologies”, specializzata nei servizi di comunicazione RCS. Dunque, data l’importante notizia pare sempre più probabile l’arrivo di un servizio di messaggistica proprietario anche per l’azienda asiatica.

L’annuncio è arrivato mediante un comunicato stampa del gruppo ed è stato seguito dalla dichiarazione di voler migliorare lo sviluppo del supporto RCS. Quest’ultimo, non è altro che un protocollo di rete capace di inviare SMS potenziati, al pari di altri servizi già presenti sul mercato, come iMessage di Apple o Google Messenger (dalla versione 2.0 in poi).

I benefici a detta di Samsung sarebbero notevoli e permetteranno in particolar modo di : «Beneficiare di un’esperienza di messaggeria di punta con delle funzionalità ulteriori, come ad esempio le chiamate vocali, le chat di gruppo e la possibilità di condividere e di traferire grossi allegati multimediali, nonché delle foto in alta risoluzione. » Insomma, più o meno le caratteristiche per cui WhatsApp e Telegram sono già noti da diverso tempo.

L’iMessage di Samsung sarà al pari di quello originale Apple

L’acquisto in questione, quindi, lascia ampio spazio all’immaginazione e permette di ipotizzare lo sviluppo di una nuova app di messaggistica istantanea, pensata appositamente per gli utenti Samsung e chissà perché no anche Android.

Per la cronaca, ricordiamo che nel 2011 il gigante asiatico ha lanciato ChatOn che, in pochissimi mesi ha raggiunto quota 100 milioni di utenti, ma che d’improvviso è caduto nel dimenticatoio a causa della concorrenza spietata di WhatsApp e company. Che sia veramente la volta buona?

Non ci resta che augurare un grosso in bocca al lupo a Samsung ed un buon lavoro per il futuro. Per ulteriori informazioni e novità sulla vicenda, continua a seguirci su TecnoAndroid.it!