Potrebbe essere flessibile?

Non abbiamo ancora superato la sbornia di notizie e recensioni di iPhone 7 che Apple continua ad essere sulla bocca di tutti. E del web. Tanto che si sta già pensando a quello che sarà il prossimo attesissimo melafonino. iPhone 8, si dice, stupirà tutti poiché probabilmente segnerà un ritorno al telefono cellulare a conchiglia.

Un nuovo brevetto con il marchio della mela più amata/odiata al mondo mostra un disegno di un iPhone che può essere piegato a metà. Nella descrizione che lo accompagna, si specifica che l’iPhone potrebbe essere strutturato in alluminio, plastica e vetro o ceramica. Questi ultimi due materiali potrebbero essere presenti anche sulle future generazioni.

Ma ancora più interessante è il fatto che Apple prevede di utilizzare nanotubi di carbonio come conduttori per consentire le connessioni tra le due parti del telefono cellulare a conchiglia e, quindi, conferirgli resistenza. Questi sarebbero integrati con cavi flessibili e circuiti rigidi, che faranno parte della struttura dello schermo e della struttura dei sensori.

iPhone 8, con ricarica wireless?

Secondo altre indiscrezioni, invece – in particolare provenienti dal quotidiano giapponese Nikkei, Foxconn, uno dei fornitori di Apple, starebbe testando nuovi dispositivi in grado di ricaricare l’iPhone senza fili, proprio come con i prodotti Samsung. Ma non è tutto, secondo i rumors, la carica oltre ad essere wireless, sarebbe consentita anche da remoto. In tal modo, il caricabatterie potrebbe emettere onde ad una distanza fino a 4,5 metri.

Questa, lo ribadiamo, è solo una voce fra le tante riguardo il prossimo melafonino e non sapremo nulla di concreto fino al prossimo anno, quando Apple presenterà iPhone 8 in concomitanza con i festeggiamenti per i 10 anni dello smartphone che ha rivoluzionato il mondo.