HuaweiIl fatto che Huawei sia un’azienda sulla cresta dell’onda nel settore mobile è un qualcosa di ormai ampiamente noto. L’azienda cinese è riuscita a conquistare il terzo posto nella classifica mondiale dei produttori di telefonia nel giro di pochi anni, e non intende arrestare la propria corsa. L’obiettivo è sempre più quello di raggiungere la vetta, e per farlo si deve necessariamente passare dal secondo posto.

Il posto in questione, ormai da anni, è occupato da Apple, che di fatto è il secondo produttore mondiale di telefonia alle spalle di Samsung. Durante l’evento di presentazione del Mate 9 tenutosi ieri Richard Yu, CEO di Huawei, ha espresso la chiara volontà di superare il colosso di Cupertino entro la fine del 2019, praticamente nel giro dei prossimi 2 anni.

Per poter fare questo, la condizione essenziale è quella di continuare a crescere al medesimo ritmo registrato nei 2 anni appena trascorsi, che stanno culminando con un 2016 da record, con Huawei che ha agevolmente superato quota 100 milioni di smartphone venduti già ad agosto (quota raggiunta, nel 2015, a dicembre).

Del resto, mai come quest’anno Huawei è riuscita ad indovinare praticamente tutti i dispositivi lanciati sul mercato. Il P9 ed il P9 Plus sono stati estremamente apprezzati ed hanno riscosso un ottimo successo di vendite. La gamma Nova sta letteralmente dominando la fascia media, ed il Mate 9 ha tutte le potenzialità per essere l’assoluto protagonista del segmento phablet.

Insomma, i presupposti ci sono davvero tutti, adesso bisognerà solo verificare quali saranno le contromisure che prenderà Apple contro l’avanzata di Huawei, che potrebbe indubbiamente rimescolare tutte le carte. Staremo a vedere.