Touch Bar
MacBook Pro 2016

Apple ha introdotto sul nuovo MacBook Pro la Touch Bar, una sorta di display OLED “secondario” integrato nella tastiera. Come molti utenti hanno notato, su questi MacBook la barra OLED ha sostituito i classici tasti funzione (ancora presenti sul MacBook Pro late 2016 da 13 pollici entry level). Ma a cosa serve questa barra? Oggi proviamo a rispondere a questa domanda.

Touch Bar: ecco 7 funzioni utili (ma non indispensabili)

Touch ID

La prima funzione della Touch Bar ha relazione con la sicurezza. Infatti, grazie alla nuova barra OLED è possibile sbloccare il proprio MacBook Pro attraverso la propria impronta digitale. Nella tastiera è stato implementato infatti il Touch ID.

Emoji

La nuova Touch Bar, oltre ad essere molto utile in ambito professionale, ricopre un importante ruolo per quanto riguarda lo svago. Infatti questa componente ci permette di scegliere in modo rapido ed intuitivo le emoji che sono poste tutte in fila nella parte alta della tastiera.

Siri

Siri sarà attivabile grazie alla nuova “Bar” premente un apposito tasto dedicato all’attivazione di Siri. Il funzionamento di questa feature è molto simile all’attivazione di Siri su iPhone e iPad.

Accettare o rifiutare chiamate

Se il vostro iPhone è collegato al Mac sarà possibile accettare o rifiutare una chiamata FaceTime direttamente dalla Touch Bar.

Internet

Se Safari è il vostro principale web browser, allora la Touch Bar è uno strumento perfetto per compiere in modo veloce alcune semplici operazioni: muovervi fra i vari tab che sono stati aperti, iniziare nuove ricerche web, ecc.

Suggerimenti dalla tastiera

Utilizzando alcune app native sarà possibile sfruttare i suggerimenti offerti dalla tastiera QuickType. Grazie a questa nuova funzione, si ha la sensazione di avere sul Mac la stessa tastiera presente su iPhone e iPad (che a partire da iOS 8 offre questa soluzione).

Multimedialità

Se siete degli appassionati di foto-editing allora la Touch Bar si rivelerà per voi uno strumento davvero utile. Grazie a questa nuova componente hardware, infatti, sarà possibile modificare le immagini (ritagliarle, ruotarle, applicare filtri, ecc.) in modo molto semplice ed intuitivo.