LG

LG ancora nell’occhio del ciclone a causa dei suoi recenti risultati finanziari del terzo trimestre di questo 2016. Utili in forte diminuzione aumento a causa del comparto mobile, di cui LG G5 è stato assoluto flop. Se la passano meglio gli altri settori del marchio, che mantengono a galla l’azienda.

Il settore degli smartphone sembra essere in una fase di stallo, se non proprio di recessione. Dopo anni ed anni di continui profitti, anche i più grandi colossi del comparto stanno indietreggiando faccia alla crisi: una crisi soprattutto di idee e di innovazioni. Dopo il calo delle vendite di iPhone per Apple, la catastrofica vicenda Samsung Galaxy Note 7, anche LG è costretta a fare i conti con i suoi risultati trimestrali.

Questi ultimi non sembrano essere particolarmente incoraggianti, se rapportati a quelli degli anni precedenti, ed evidenziano come il suo ultimo flagship (LG G5) non abbia convinto il mercato. Dopo aver minimizzato il problema a luglio chiudendo il secondo trimestre con una perdita netta (settore mobile) di circa 105 milioni di euro, l’azienda sud coreana non è riuscita a risollevarsi ed ha ingigantito le perdite fino a 389,4 milioni di dollari (circa 356 milioni di euro).

LG come vede il suo futuro?

La società non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito, ma è evidente che spera vivamente che le cose possano migliorare a seguito del lancio del suo nuovo smartphone di fascia media LG V20. Le attese sono importanti anche per le due nuove serie “K” ed “X”, che mirano a conquistare il mercato.

Se il futuro è incerto, però, vi è una cosa assolutamente garantita: gli altri settori in cui l’impresa è coinvolta vanno a gonfie vele e riescono a coprire di gran lunga i comparti in difficoltà. Facendo un esempio più concreto, la divisione “TV” e “Smart TV” ha conseguito utili per ben 340,2 milioni di dollari (circa 310 milioni di euro). In ogni caso, comunque, non ci resta che attendere i risultati finali del corrente anno fiscale per analizzare meglio la situazione. Per ulteriori informazioni e novità sulla vicenda, stay tuned su Tecnoandroid.it!