Android Pay

Android Pay, a partire da inizio 2017, introdurrà un’importantissima novità per tutti i suoi utenti. Il servizio di pagamento ufficiale offerto da Google, infatti, sarà perfettamente integrato in Visa Checkout e MasterPass di MasterCard. In questa maniera, quindi, l’utente potrà pagare con semplicità ed in totale sicurezza, senza dover inserire ogni volta i propri dati sensibili.

Oramai esistono numerosi sistemi di pagamento via smartphone, capaci di semplificare la nostra vita, come ad esempio Apple Pay, Samsung Pay ed Android Pay. Quest’ultimo è proprio al centro delle discussioni in queste ore, per l’importante scelta strategica del gruppo di Mountain View di allearsi con MasterCard e Visa.

Android Pay in collaborazione con MasterCard e Visa

Google ha annunciato l’inizio della collaborazione strategica attraverso un post sul suo blog ufficiale. Grazie ad essa, dunque, Big G permetterà ai suoi utenti di pagare comodamente attraverso migliaia e migliaia di rivenditori in tutto il mondo, utilizzando il metodo di riconoscimento da loro preferito (ad esempio scansione dell’iride oppure le impronte digitali).

Il capo esecutivo della divisione pagamenti dell’azienda statunitense, Pali Bhat, ha dichiarato con grande entusiasmo la collaborazione appena siglata con le due imprese leader nel settore: «Quest’ultima partnership strategica con Visa e MasterCard è un esempio di come Android Pay è al lavoro per ricercare nuove soluzioni di pagamento e migliorare quelle già esistenti, al fine di semplificare le transazioni tra clienti e rivenditori.»

Sempre secondo il manager, infine, il nuovo servizio previsto da Google entrerà ufficialmente in funzione a partire da inizio 2017, attraverso un semplice aggiornamento dell’applicativo già esistente sullo store ufficiale. Staremo a vedere se gli esercenti italiani, da sempre restii a questi nuovi metodi di pagamento, sapranno adeguarsi ai tempi ed offriranno finalmente ai propri clienti un interessante strumento di regolazione della transazione alternativo. Per ulteriori informazioni e novità in merito, continua a seguirci su Tecnoandroid.it!