Huawei

Huawei, in seguito alla brusca frenata di Samsung causata dai problemi legati al caso Galaxy Note 7, potrebbe guadagnare molto dalla situazione e conquistare l’intera fetta di mercato dell’azienda concorrente.

In questi due ultimi mesi, i mass media hanno calcato molto la mano sulla vicenda Samsung Galaxy Note 7 che ha sconvolto e paralizzato il gigante sud-coreano. Quest’ultimo, infatti, ha cercato in tutti i modi di riprendersi (alle volte anche con decisioni discutibili), ma per il momento invano. In questa delicatissima situazione, vi è una società che potrebbe trarre notevole beneficio dalle disgrazie appena su accennate. Stiamo parlando di Huawei, oramai leader indiscusso della telefonia mobile mondiale e terzo contendente di punta del mercato.

Huawei tallona Samsung a seguito del disastroso Note 7

Alcune ore dopo l’annuncio della definitiva cessazione della produzione e delle vendite del suo flagship Galaxy Note 7, Samsung ha pubblicato un comunicato di revisione delle previsioni economiche per questo terzo trimestre del 2016. L’utile del periodo, inizialmente ipotizzato in aumento del 5,5%, subirà un grave contraccolpo trasformandosi in perdita del 33% su base annua. Una vera e propria catastrofe, dovuta al tracollo finanziario, agli ingenti costi da coprire ed alla perdita di immagine del marchio. Anche il fatturato del corrente anno solare ne risentirà, scendendo del 4%.

Un ulteriore problema per il gruppo è da identificare nell’instabilità attuale del titolo sui mercati. Il valore delle azioni societarie, infatti, è stato estremamente oscillante nelle ultime giornate, tanto da crollare drasticamente di diverse decine di euro per ogni singola azione posseduta.HuaweiHuawei, dunque, si prepara a sottrarre una buona fetta di mercato alla concorrenza. Ricordiamo che Samsung attualmente detiene il 23% del mercato mondiale di smartphone, davanti ad Apple (12%) ed alla stessa azienda cinese (9%), secondo quanto emerso da uno studio dell’agenzia di marketing IDC.

Un’ulteriore conferma del momento propizio arriva da un analista di Gartner, che in un’intervista al “Wall Street Journal” ha evidenziato come il colosso cinese si trovi in una posizione ideale, con i suoi modelli P9 e P9 Plus, venduti su larga scala a livello planetario.

Anche Apple all’attacco?

Ma Huawei, come ben si può comprendere, non è l’unica società a poter beneficiare dalla vicenda. Anche Apple, infatti, spera di poter sostituire nella lista dei desideri degli utenti, Galaxy Note 7 (phablet da 5,7 pollici), con il suo melafonino in versione maggiorata iPhone 7 Plus (questa volta 5,5 pollici).

Ora tocca a Samsung dare il tutto per tutto per risollevarsi dalla crisi e tornare più forte di prima. Alle concorrenti, invece, spetta il compito di “cogliere la palla al balzo” e “picchiare duro”. Per ulteriori informazioni e novità sulla situazione di mercato, vi invitiamo a rimanere connessi su Tecnoandroid.it!