Dopo aver tanto fatto discutere gli acquirenti per il poco coraggio intrapreso dall’azienda nel proporre una novità di questo tipo, in rete si è già iniziato a parlare di come LG potrebbe abbandonare il design modulare, visto quest’anno col G5, sul prossimo smartphone top di gamma del 2017. Che ne pensate?

Che il G5 non sia stato un successo, è ormai noto a chiunque tuttavia, la casa sud coreana ha avuto il coraggio di osare proponendo un design modulare innovativo che però, alla fin fine, non si è assolutamente rivelato all’altezza delle aspettative. Dopo l’introduzione di nuove tecnologie, spesso si cerca lavorarci sodo, capire cosa non va e riproporle sul mercato rivedute, corrette e più funzionali. Per questo stupisce il rumor di oggi che vedrebbe, basandosi su un nuovo report, la compagnia sud coreana abbandonare la modularità in vista del prossimo smartphone di punta che dovrebbe uscire nel 2017. Il progetto G5 ed i rispettivi Friends hanno miseramente fallito e pare proprio che l’azienda non intenda riprovarci. Sono stati davvero tanti i problemi che hanno portato allo scarso successo tra il pubblico del telefono: dal costo abbastanza elevato dei pezzi aggiuntivi, alla poca e difficile reperibilità in negozio e, più in generale, alla progettazione del sistema modulare vero e proprio che costringeva l’utente ad estrarre la batteria ogniqualvolta voleva collegare uno dei moduli con slot interno. Insomma, sembra proprio che LG abbia paura di ripetere gli stessi errori per cui, verosimilmente, si concentrerà su un device che avrà come punti di forza lo schermo e la fotocamera.

Tornando al presente, come accaduto con Android Marshmallow, anche stavolta LG sarà la tra le prime a pubblicare l’update al nuovo Android Nougat 7.0?