Twitter
Twitter, Spotify; Airbnb, il New York Times ed il The Guardian sono state vittime di un importante cyberattacco perpetrato in queste ore

Twitter, Spotify, Airbnb, Ebay, il “New York Times” ed il “The Guardian” sono state in queste ore attaccate da un gruppo di hacker, che hanno lanciato la loro offensiva dalla costa est degli Stati Uniti d’America. Tra i tanti siti web presi di mira potrebbero figurare anche Netflix, HBO e il servizio di pagamento online PayPal.

Un super attacco informatico si starebbe perpetrando in queste ore in tutto il mondo. Decine e decine dei siti web più famosi al mondo sono stati attaccati ed ora i dati di milioni e milioni di utenti sono a rischio. Durante il primo pomeriggio della giornata di oggi, infatti, grandi nome di internet come Twitter, Spotify, Ebay, CNN, New York Times, Boston Globe, Financial Times, The Guardian, Reddit, Airbnb, Netflix, HBO e PayPal sono stati irraggiungibili causa un attacco congiunto da parte di un gruppo di hacker americani.

Twitter e decine di siti web sotto attacco, si teme per la privacy degli utenti

L’attacco ha avuto inizio alle 11.10 del mattino (ore 15 italiane) ed ha visto sfortunata protagonista la società Dyn, società di ottimizzazione dell’infrastruttura di rete. La stessa avrebbe reindirizzato il flusso di internet verso i server dei siti web in questione ed avrebbe causato il blocco degli stessi. In altre parole, questo genere di cyberattacchi consiste nel sovraccaricare di richieste un server, al solo fine di bloccare l’intera infrastruttura di rete.

Il vicepresidente della società, Scott Hilton, ha dichiarato in un comunicato stampa: « Durante questa mattina, 21 ottobre, Dyn è stata vittima di un vasto attacco DDoS sulle proprie infrastrutture di DNS (Domain name system- Sistema relativo al nome dei domini) sulla costa est degli Stati Uniti d’America. » Le attività, comunque, sono tornate alla normalità verso le 13.10 (ore 17.10 italiane).

Per il momento, dunque, non si registrano particolari problemi nel resto nel mondo. Staremo a vedere come evolverà la vicenda nelle prossime ore, stay tuned su Tecnoandroid.it!