Microsoft
Microsoft è già oltre la tecnologia HoloLens
Come sappiamo, Microsoft è al lavoro da tempo sulla tecnologia della Realtà Aumentata. Questa tecnologia attualmente è in grado, tramite visori dedicati come gli HoloLens, di visualizzare ed interagire con oggetti 3D totalmente realizzati in Computer Grafica.Questa tecnologia rivoluzionaria, che troverà spazio anche durante i keynote che si terranno durante lo svolgimento dell’evento Microsoft Future Decoded, è veramente incredibile a vedersi ma ancora di più da utilizzare. Tuttavia gli attuali limiti tecnici impongono la presenza di attrezzature adatte per poter usufruire di queste meraviglie. Per questo l’azienda di Redmond sta sviluppando già la tecnologia futura che sostituirà gli HoloLens.

Durante un intervista rilasciata per Vodafone da Dave Coplin, Chief Envisioning Officer di Microsoft, si è parlato molto dello sviluppo della Realtà Aumentata, infatti Dave Coplin ha dichiarato:

“…A questo punto, il fattore limitante della tecnologia degli ologrammi è proprio l’headset (gli HoloLens n.d.r.). Il prossimo passo sarà quello di poter usufruire della realtà aumentata nelle immediate vicinanze – come per esempio trovarci in un supermercato e vedere le ricette relative ad un prodotto sugli scaffali, ma penso che questo utilizzo della realtà aumentata e della realtà virtuale sia ancora lontano…”

In ogni caso, nonostante queste dichiarazioni, Dave Coplin ha sottolineato come Microsoft sia al lavoro su Holodeck. Questo esperimento occupa i piani più interni della sede di Microsoft e in sostanza si tratta di una stanza dove gli oggetti possono essere proiettati e visti in tre dimensioni senza l’ausilio di alcuna tipo di supporto esterno come gli occhiali. Si tratta a tutti gli effetti di una sala degli ologrammi.

L’intervista continua con ulteriori dichiarazioni su Holodeck che sottolineano l’impegno di Microsoft in questo settore altamente sperimentale:

“L’obiettivo più importante è quello di realizzare ologrammi visibili senza headset. Noi e altre aziende stiamo sviluppando dei prototipi nei nostri laboratori per proiettare oggetti in tre dimensioni visibili liberamente. È difficile, molto dispendioso, e la risoluzione non è alta, ma si tratta solo dell’inizio del viaggio”

Sebbene la tecnologia sia solo all’inizio, l’obiettivo di Microsoft è quello di riuscire a sviluppare la migliore esperienza utente possibile per riuscire a far diventare la realtà aumentata una tecnologia da tutti i giorni per poter raggiungere il mondo immateriale in ogni situazione e di conseguenza migliorare l’esperienza che si può vivere del mondo reale. Se tutto dovesse andare secondo i piani, ci potrebbe essere un Holodesk in ogni casa, ma in quel caso Microsoft starebbe già lavorando allo step successivo.