iphone-7
iPhone 7, nuovo caso in Cina

Cattive notizie anche per i possessori di iPhone 7. Dopo la globale fortuna che ha avuto Samsung con il suo Galaxy Note 7, ormai sotto i riflettori da diversi giorni, l‘incubo non sembra finire ma, anzi, pare investire ora anche Apple. Accade in Cina, almeno questo volta. E ad esplodere è proprio l’ultima versione del suo top di gamma.

Il caso è molto interessante. Il device con la mela, infatti, sembra essere esploso in due parti e il colpo è stato così forte da produrre al malcapitato possessore, tale Zhengzhou, numerose ferite sul viso e sulle mani. Gli esperti dicono che questa esplosione può essere dovuta al surriscaldamento del dispositivo. E non sarebbe certo cosa nuova se ripensiamo a quanto accaduto finora al Note 7.

Già un altro iPhone era esploso prima di essere consegnato al suo proprietario e solo qualche giorno fa. Si presume che qualcosa possa essersi verificato nello stesso negozio ed abbia poi generato l’esplosione del melafonino. Lo sciacallaggio, se così possiamo definirlo, si è poi propagato in Internet con un corredo di immagini che ha calamitato l’attenzione di migliaia di utenti.

Apple aveva già avuto esperienza di problemi simili con altre versioni di iPhone. Nelle ultime settimane, però, si sono segnalati tre casi di esplosioni, sia relative ad iPhone 7 che iPhone 7 plus. Tuttavia, non è solo questo il modello ad aver avuto problemi negli ultimi giorni. Alcuni giorni fa, infatti, il proprietario di un iPhone 6 Plus ha riferito che, mentre dormiva, il telefono è esploso. 

L’allarme, dunque, è più reale. E i vertici Apple già si stanno interrogando sulle cause di tali esplosioni. Si attendono sviluppi a breve.