iPhone
Anche gli iPhone hanno iniziato a presentare i guasti

Non è più solo nel quartier generale Samsung che i dispositivi – e ci riferiamo ai Galaxy Note 7 – prendono fuoco. Anche Apple, infatti, ha iniziato a ricevere segnalazioni che alcuni dei suoi modelli hanno iniziato ad avere problemi quando riscaldano. Notizie, si sa, che non è piacevole ricevere. Soprattutto per i clienti.

In particolare, a riportare l’allarme è un sito americano, Abc30.com, il quale ha segnalato l’esplosione di molti dei device Apple, tra i quali un iPhone 7, un iPhone 7 Plus e un iPhone 6 Plus. Non solo la nuova generazione, dunque, ma a quanto pare un campanello d’allarme che si estende anche ai modelli precedenti.

Un altro portale, anch’esso statunitense, anche presentato un caso simile. Il proprietario di un nuovo iPhone avrebbe raccontato (il condizionale è d’obbligo) che il melafonino sarebbe esploso nel cuore della notte dopo essere esploso senza un motivo apparente. “Ho sentito un crepitio, poi ho sentito un colpo e le fiamme sono uscite dal display“, ha raccontato. Quando i vigili del fuoco sono arrivati a casa, hanno trovato un irriconoscibile telefono quasi fuso che ha danneggiato anche il mobile sul quale si trovava, i bicchieri e due basi per Apple Watch.

Al di là delle sostituzioni offerte dalla società di Cupertino, che ha iniziato ad avere un po’ di paura, molte persone utilizzano questi dispositivi mobili con vari scopi. Gli smartphone sono utilizzati non solo per effettuare chiamate, ma per ascoltare musica, scaricare video o immagini. È proprio nel corso di questi compiti che il rischio di riscaldamento si intensifica e si accentua il pericolo di esplosione di questi dispositivi.

Ad ogni modo, il dubbio resta. Finora i casi di incendio di smartphone erano sporadici. Ora sono sempre più frequenti. Non sembra azzardata l’ipotesi dello “screditamento pubblicitario” da parte delle diverse aziende. E si sa, la guerra è molto accesa.